Esclusiva Inter-News.itPrimo Piano

ESCLUSIVA IN – Pistocchi: «Conte gran lavoro all’Inter. Aveva chiesto 3 centrocampisti»

Maurizio Pistocchi, giornalista di ‘Sport Mediaset’, è stato ospite di “Weekchat”, appuntamento settimanale con la Redazione di Inter-News.it. Di seguito il terzo e ultimo estratto del suo lungo intervento. Recupera il primo sulla situazione finanziaria che riguarda la proprietà Suning (vedi articolo) e il secondo sul retroscena di mercato che riguarda Ronaldinho e Moratti (vedi articolo). A fine articolo è accessibile il contenuto video delle dichiarazioni di Pistocchi in esclusiva per Inter-News.it.

DATI CHIARIMaurizio Pistocchi inizia la chiacchierata con la Redazione di Inter-News.it snocciolando subito alcuni dati che certificano il primato dell’Inter in classifica: «Analizzando i dati statistici, l’Inter è seconda dietro l’Atalanta per durata delle azioni che portano al gol. Ed è prima in assoluto per numero di passaggi fatti che portano al gol. Ha la miglior coppia del gol del campionato, e seconda in Europa. Dire che l’Inter gioca solo in contropiede è segno di poca lucidità».

LAVORO PENETRANTE – Pistocchi elogia poi Antonio Conte, vero e proprio demiurgo di questa squadra: «Conte ha costruito una squadra per vincere. Il fatto che finora abbia dominato la Serie A dimostra che ha ragione lui. Quando a Natale molti dei giornalisti che oggi salgono sul carro chiedevano di esonerarlo, io ero l’unico a dire che bisognava continuare a dargli fiducia. L’Inter aveva perso per errori individuali, come il derby: due errori di Aleksandar Kolarov. Credo che Conte abbia fatto un gran lavoro all’Inter, sia di formazione sia di mentalità. Era una squadra che non vinceva da dieci anni, che ha cambiato tredici allenatori e speso un miliardo sul mercato».

SACRIFICI – E il lavoro di Conte non è stato certo facile, specialmente all’inizio: «La bravura è stata quella di arrivare in un ambiente e dare regole e stimoli. Per esempio – continua Pistocchi – facendo a meno di giocatori molto importanti, ma che non erano disponibili a un certo tipo di lavoro. Parlo di Mauro Icardi e Radja Nainggolan. Conte voleva altro, voleva gente disposta a morire sul campo per vincere. È stato bravo Giuseppe Marotta, e anche Steven Zhang, a dare fiducia e mettere il gruppo a disposizione dell’allenatore». A proposito di Suning, il giornalista esprime la sua opinione anche sulle vicende societarie (vedi dichiarazioni).

LACUNE DA COLMARE – Pistocchi enuncia poi i profili che servirebbero ai nerazzurri per completare la rosa: «L’Inter deve vincere il campionato, e finché non c’è la matematica non ne vorrei parlare. Europa? Credo che l’Inter ci andrà. E la rosa dell’Inter va rinforzata notevolmente. Serve maggior qualità in alcuni ruoli: un difensore in più, affidabile e che possa giocare nei due braccetti. Due centrocampisti, un laterale sinistro, perché Ivan Perisic e Ashley Young non hanno fatto bene, e una punta in alternativa. Servirebbe un’altra punta mancina».

MERCATO – Pistocchi si addentra poi nel mercato vero e proprio (vedi dichiarazioni), citando alcuni dei giocatori richiesti da Conte: «Servono giocatori giusti per il calcio di Conte, da quel punto di vista lì ha le idee chiarissime. Mi risulta che l’anno scorso avesse chiesto Sofyan Amrabat, Manuel Locatelli e avesse intavolato un discorso molto serio su N’Golo Kanté, che sarebbe il non plus ultra. Avevo segnalato sia Stefano Sensi sia Franck Kessié a Piero Ausilio, quando costavano due milioni e mezzo in due. Arturo Vidal ha avuto molti infortuni, ma soprattutto ha pagato la sua eccessiva determinazione. Può darsi che lui e il suo procuratore scelgano di andare da un’altra parte».

DIRITTI TV – Pistocchi esprime poi la sua opinione sulla questione dei diritti tv: «Calcio solo in streaming? Temo che non siamo pronti. Si è calpestato il diritto dei tifosi di guardare le partite, è un problema serio. Si è corso un grande rischio con DAZN, rischia di non fare abbonamenti. Chi lo farebbe, a scatola chiusa, dopo quello che è successo domenica? Finiranno per distribuire il prodotto sulla piattaforma di TIM, che vuole entrare nel mercato italiano. Uno dei motivi del loro intervento è stato anche l’ingresso di Sky nel mercato del wifi. I club hanno fatto a gara a prendere i soldi, senza tutelare gli utenti spettatori».

CAPACITÀ DI VISIONE – Pistocchi parte poi da uno spunto (Nwanko Simy del Crotone in nerazzurro) per descrivere il team di osservatori nerazzurri: «Simy vice Lukaku? Buon giocatore, ma l’Inter sarebbe un passo troppo grande. Dusan Vlahovic sarebbe un giocatore da Inter: alto, veloce, mancino, potente. L’Inter ha un punto debole, ed è il settore scouting. Deve arrivare prima delle altre se vuole crescere come club, non può permettersi di pagare 70-80 milioni. Il prossimo mercato sarà fatto di scambi e plusvalenze».

Si ringrazia Maurizio Pistocchi per la disponibilità mostrata nell’ospitata.

Clicca qui per vedere e ascoltare l’intervento completo di Maurizio Pistocchi a Inter-News.it

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh