Match

Fantacalcio Inter: voti, bonus e malus dopo la 1ª giornata di Serie A (Inter-Genoa)

Inter-Genoa 4-0. Prima da ricordare per Inzaghi sulla panchina nerazzurra. In ottica fantacalcio, i voti dei giocatori interisti sono un toccasana per i fantallenatori che li hanno in squadra. Ecco il focus dei voti ufficiali con bonus e malus dell’Inter in Inter-Genoa di Serie A

Inter-Genoa, esordio OK a San Siro

Buona la prima per la nuova Inter di Simone Inzaghi che travolge il Genoa per 4-0 grazie alle reti di Milan Skriniar, Hakan Calhanoglu, Arturo Vidal ed Edin Dzeko (vedi highlights). Contro il Grifone, i nerazzurri hanno messo in campo quanto fatto vedere di buono nel precampionato, dando la consapevolezza dell’ottimo, fin ad ora, lavoro del nuovo tecnico. Nonostante fosse la prima giornata, si sono già notati i primi automatismi di squadra: possesso palla, verticalizzazioni, libertà tattica e grande spregiudicatezza. Settimana prossima, l’Inter è chiamata a confermare i buoni propositi in trasferta sul campo del Verona. Intanto, dopo le pagelle formulate dalla nostra Redazione (vedi articolo), vi proponiamo la lista dei voti ufficiali stilata dal noto sito “Fantacalcio.it” (comprendenti bonus e malus).

Fantacalcio Inter, i voti dei titolari

PORTIERE – Il primo nome in lizza è quello del capitano Samir Handanovic. Il portiere sloveno ha ottenuto un semplice 6 in pagella. Gara tranquilla per il numero uno nerazzurro, impegnato pochissimo durante la partita se non quando al minuto 57 è chiamato a neutralizzare in due tempi la conclusione ravvicinata di Stefano Sabelli.

DIFESA – Match da spettatore non pagante anche grazie ad una linea difensiva quasi perfetta. Il migliore è stato sicuramente Milan Skriniar, autore del primo gol ufficiale dell’Inter in stagione. Oltre all’incornata vincente, lo slovacco ha dato all’intero reparto grande sicurezza e concentrazione. Presente anche in proiezione offensiva durante le normali azioni di gioco. Per lui, voto base pari a 7 con bonus +3 (gol).

Buona anche la gara del centrale Stefan de Vrij, il quale ha diretto senza grossi problemi la sua difesa, dimostrandosi attento anche nel tenere la grande velocità del baby Kallon. L’olandese chiude il match con un 6 in pagella senza bonus/malus.

A chiudere la linea a tre, ci pensa il campione d’Europa Alessandro Bastoni. Per lui, 6,5 meritato, vista l’ottima gara disputata. Il classe ’99 dimostra (come se non si sapesse) un’esperienza da giocatore navigato. In fase di copertura è praticamente insuperabile (Favilli docet), mentre non si lascia pregare quando è l’ora di alzare il baricentro e salire a palla al piede.

Completa la linea difensiva fantacalcistica il jolly Matteo Darmian con il suo normalissimo ma fondamentale 6 in pagella. L’ex Parma non fa impazzire ma è utilissimo alla causa nerazzurra per duttilità e attenzione, meno per ottenere qualche bonus al fantacalcio.

CENTROCAMPO – Se la difesa è stata quasi perfetta, il centrocampo nerazzurro ha raggiunto picchi di assoluta di sublimità, soprattutto la linea a tre. Il migliore è stato sicuramente il neo-acquisto Hakan Calhanoglu. Un gol e un assist da urlo per l’ex giocatore del Milan che gli hanno valso un bel 8 in pagella che grazie ad un bonus +4 (+3 gol e +1 assist) tocca un voto fantacalcistico pari al 12. Fantastica la sua partita, condotta magistralmente sia in fase di copertura che in proiezione offensiva.

Se il turco brilla, Marcelo Brozovic predica calcio. Il centrocampista croato si dimostra, ancora una volta, un giocatore fondamentale in ottica nerazzurra. A tratti quel 6,5 gli va anche un po’ stretto, vista la miriade di palloni giocati, la maggior parte con esito positivo. Faro e guida del centrocampo di Inzaghi.

La linea mediana interista si dimostra un mix semplicemente perfetto: l’esteta a sinistra, il predicatore in mezzo e il motorino a destra, ovvero Nicolò Barella. Gara da 7 in pagella che diventa 8 al fantacalcio grazie all’assist di tacco per Vidal (+1). Il giocatore sardo è un centrocampista universale, l’emblema del centrocampista moderno tutto corsa, qualità e agonismo sportivo. Con Romelu Lukaku e Achraf Hakimi out, è lui il vero top player nerazzurro.

Chiude il centrocampo a cinque, Ivan Perisic. Se avesse avuto un numero di scarpa minore, il 6 ottenuto si sarebbe trasformato in 10/11 (un gol e un assist annullati). Nonostante ciò, fa una buonissima gara, mettendo in grandissima difficoltà il braccetto di destra del Genoa.

Poteva fare, probabilmente, qualcosa in più invece Stefano Sensi. Schierato da trequartista dietro l’unica punta Dzeko, il nazionale azzurro da sempre la sensazione di poter fare qualcosa di importante ma poi si perde come lo scolaro del proverbiale “si applica ma può fare di più”. Il 6 al fantacalcio è giusto.

ATTACCO – Chiude l’undici titolare l’altro neo-acquisto nerazzurro Edin Dzeko. Il bosniaco non è Lukaku (nessuno lo è) in strappi e profondità ma tecnicamente è un giocatore superiore. La classe si dice non è acqua e nel caso del cigno di Sarajevo la frase calza a pennello. Il suo 7,5 (11,5 con bonus +4) è meritato sia per la rete cercata e trovata che per il semplice quanto difficile ed elegante tocco che manda Calhanoglu a calciare dai 22 metri.

Fantacalcio Inter, i voti dei subentrati

Sono cinque i giocatori entrati dalla panchina in Inter-Genoa tra le fila nerazzurre. In primis, Arturo Vidal, autore di un gol e un assist che gli valgono un bel 7,5 di base e un 11,5 fantacalcisticamente (+4). Il cileno vuole riscattarsi dopo l’ultima stagione negativa e se i presupposti sono questi, Inzaghi può essere felice.

Buona la prima anche per Federico Dimarco, il quale entra con entusiasmo e dopo pochi minuti sfiora la rete del 3-0. Per lui un 6 in pagella.

Stesso voto ma con malus di 0,5 dovuto all’ammonizione (diventa 5,5), invece, per Matias Vecino. L’entusiasmo c’è, l’agonismo pure, cosi come il fallo da cartellino su Filippo Melegoni.

Diciassette minuti di partita anche per il goleador da precampionato, Martin Satriano che si becca un 6 in pagella, dimostrando, comunque, che la pre-season è una cosa, la Serie A un’altra.

Chiude la lista dei 16 giocatori impegnati in Inter-Genoa, l’erede di Hakimi Denzel Dumfries. Una semplice manciata di minuti per l’olandese in modo da tastare il manto di San Siro che, però, non gli valgono nessun voto.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button