Primo Piano

Skriniar: «Critiche? Fase difensiva di squadra. Inzaghi uno di noi! Conte…»

Milan Skriniar in una lunga intervista su DAZN con l’ex compagno di squadra Borja Valero (vedi QUI anteprima), ha parlato un po’ della sua carriera, parlando anche del suo arrivo alla Sampdoria, il rapporto con Antonio Conte e Simone Inzaghi, le critiche della difesa e altre curiosità riguardo la sua vita.

IDOLI E DEBUTTI – Milan Skriniar parla del suo idolo, dell’arrivo alla Sampdoria e del rapporto con Antonio Conte: «Ronaldo il fenomeno era il mio idolo da bambino perché facevo l’attaccante, era il sogno di tutti. Mi ricordo nel 2002 ho chiesto a mio padre di farmi gli stessi capelli di Ronaldo al Mondiale. Ho iniziato a giocare da attaccante, poi centrocampista, poi ho fatto il difensore dopo aver sostituito un mio compagno di squadra. Mio trasferimento alla Sampdoria? L’inizio è stato un po’ difficile perché giocavo poco e mi allenavo fuori rosa, questo mi ha sicuramente aiutato. Giampaolo? Lo ringrazio sempre anche perché ha sempre creduto in me, nonostante io abbia commesso qualche errore inizialmente. Con Antonio Conte inizialmente ho faticato nella difesa a tre, lavorando con il mister mi ha aiutato a migliorare anche in questo ruolo».

IN DIFESA – L’Inter non ha iniziato nel migliore dei modi, soprattutto in difesa e questo Milan Skriniar lo sa, ma secondo lui non è solo un problema difensivo: «Critiche? Il mister non ci dà la colpa, è una questione di squadra perché la fase difensiva inizia dagli attaccanti e finisce con il portiere. Abbiamo parlato tutti insieme di questa situazione, però sappiamo come difensori che possiamo e dobbiamo fare meglio».

SCORSA STAGIONE – Milan Skriniar torna a parlare dello scudetto perso la scorsa stagione e il rapporto con Simone Inzaghi: «C’era tanta delusione per lo scudetto perso la scorsa stagione, speriamo che ci dà una motivazione in più per ricominciare con una nuova preparazione e riprovare a vincere quest’anno. Non ascoltiamo le critiche perché ci fanno solo perdere energie. La scorsa stagione abbiamo perso il derby dopo aver dominato per 70′, merito anche del Milan. Simone Inzaghi è come se fosse uno di noi, parla spesso con noi, è un mister più equilibrato: sa quando scherzare e quando dire la cosa giusta».

RITO – Skriniar racconta qualche curiosità riguardo qualche ora prima della partita: «Musica con Bastoni? Spesso ascoltiamo musica italiana, lui tiene una cuffia e io l’altra. Il gruppo è fantastico, siamo uniti dentro e fuori il campo, spesso anche in camera siamo in 6-7 e guardiamo le partite. Il giorno prima della partite guardo video dei miei avversari che posso affrontare il giorno dopo, questo lo faccio spesso».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

We have detected that you are using extensions to block ads. Please support us by disabling these ads blocker.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock