Mondo Inter

Gula: «Skriniar, muro a prova di proiettile! Giocatore di livello mondiale»

Gula, ex tecnico di Skriniar ai tempi del Zilina, è stato intervistato dal portale slovacco Sportnet. L’allenatore slovacco ha elogiato la grande crescita di Skriniar con la maglia dell’Inter e lo ritiene un giocatore di livello mondiale

GRANDE CRESCITAAdrian Gula ha parlato dell’evoluzione di Milan Skriniar negli ultimi anni: «Era possibile indovinare. Sapevamo che aveva un talento e un carattere straordinari. Ma che si affermasse così prepotentemente, in modo e a un livello così alto? Soprattutto all’inizio, era molto difficile fare previsioni».

FAMIGLIA −Secondo l’allenatore, Skriniar è stato ha avuto anche un grande aiuto da persone a lui vicine: «Lasciare la famiglia a questa età è stato decisamente molto impegnativo. Ricordo che a quel tempo c’era l’interesse del fratello maggiore al Zilina. Erano in accademia insieme. Probabilmente è per questo che Milan sembrava tollerarlo più facilmente. È possibile che la sua mentalità fosse già in costruzione allora. Tuttavia, Skriniar ha un ottimo background familiare che ha anche avuto un ruolo nella sua carriera».

CRITICHE − Così Gula sul periodo di Skriniar in Slovacchia: «Negli stadi slovacchi si parla molto. Ma non ho percepito che stessero attaccando specificamente Skriniar. Parte del nostro lavoro consiste nel filtrare il più possibile queste cose. I dubbi sono sempre un miliardo. Skriniar ha mostrato le sue qualità in ogni partita con la maglia dell’Inter. Si sta confermando anche in nazionale come un giocatore di livello mondiale».

LAVORO − Inoltre, Gula ha anche parlato di come il giocatore si sia adattato a prepararsi con i nuovi mezzi di allenamento sia alla Sampdoria che all’Inter. Le sue parole: «Skriniar mi parlava già dei droni quando lavorava alla Sampdoria. Una cosa del genere ti ispira e ti stimola. Milan di recente ha giocato nell’Inter sotto la guida di un grande allenatore, Antonio Conte. Sicuramente avevano dei metodi interessanti che non sono usciti subito. Gradualmente, tuttavia, apprendiamo che hanno funzionato. Va sottolineato che un giocatore deve lavorare tantissimo. Si gioca ogni tre giorni, dunque, non deve fare solo cose a livello fisico-tattiche, ma anche gestire mentalmente le richieste dell’allenatore».

GIOCATORE DUTTILE − Infine, il tecnico ha parlato dell’evoluzione di Skriniar nel giocare nel modulo con la difesa a tre: «Ha abbastanza persone intorno a lui per consigliarlo. Sono contento che sia riuscito a passare a un sistema difensivo a tre. Questo è il passaggio tecnico-tattico. Può essere utilizzato in più posizioni. È eccellente la rapidità e la flessibilità con cui può assorbire le cose. Anche in questo sistema, è già di classe mondiale. È un muro a prova di proiettile».

Fonte: Sportnet − Pavol Spal

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh