FocusMatch

Top e Flop di Inter-Sampdoria: Eriksen e Barella per la vita! De Vrij distratto

Inter-Sampdoria si è conclusa con la vittoria dei nerazzurri di Conte, che si portano a -6 dalla Juventus prima in classifica. Il tecnico leccese voleva i 3 punti per poter ancora sperare nello scudetto e il bottino pieno è arrivato. La sfida ha riconsegnato anche un Lautaro Martinez più reattivo e un Eriksen sempre più a suo agio (vedi analisi tattica). Scopriamo di seguito i “Top e Flop” del match nell’apposita rubrica

I TOP DELL’INTER

PUNTI VITALIInter-Sampdoria era più di un semplice recupero di campionato per Antonio Conte. Per usare una sua frase, urlata ieri sul finale di partita in un San Siro deserto, «è la vita». I nerazzurri conquistano 3 punti fondamentali in ottica scudetto. Sì, perché Conte ha deciso di non nascondersi e far capire a tutti che la sua squadra c’è e lotta (vedi articolo). E, cosa da non sottovalutare, lo fa con un Christian Eriksen in più. Il danese, insieme a Nicolò Barella e Lautaro Martinez, entra di diritto dei Top del match.

ERIKSEN – Lampi di luce e di classe purissima per il danese, che non a caso mette lo zampino in tutte le azioni pericolose dell’Inter. Fornisce un assist-perla per il gol dell’1-0 di Romelu Lukaku, al termine di un’azione di alta qualità tecnica. Tra i nerazzurri è quello che si rende più pericoloso, collezionando 3 tiri in porta. Segna anche un gol nei minuti iniziali che gli viene giustamente annullato per fuorigioco (vedi moviola). Se c’è una pecca da evidenziare, come fatto anche da Conte nell’immediato post-partita (vedi articolo), manca ancora un po’ di cattiveria per “ammazzare” l’avversario. La sensazione, però, è che in questo rush finale la sua classe possa fare realmente la differenza. Prezioso.

BARELLA – Con un centrocampo rimaneggiato per via delle tante e pesanti assenze (Marcelo Brozovic, Stefano Sensi e Matias Vecino, ndr), è Barella a fare la differenza. Accanto a un Roberto Gagliardini non particolarmente dannoso ma un po’ impreciso, l’ex Cagliari assicura quantità e qualità. Tanta corsa, per non far sentire l’assenza di Brozovic, e molta attenzione su ogni pallone. Il suo lavoro sporco è utilissimo a tutta l’Inter, così come la sua tenuta atletica. Il centrocampista sardo, infatti, ha più benzina in serbatoio rispetto ai suoi compagni. Motore.

LAUTARO MARTINEZ – Dopo l’opaca e brutta prestazione nella semifinale di Coppa Italia contro il Napoli, Lautaro si riprende la scena. L’atteggiamento è subito quello giusto e anche l’intesa con il suo partner d’attacco e con Eriksen ne giova. È protagonista della bella azione che porta al gol di Lukaku con una finezza tutta da gustare. Lavora di sponda ed è sempre in partita, il gol del 2-0 è una ricompensa più che meritata. Tirato a lucido.

I FLOP DELL’INTER 

SBAVATURE – Inter-Sampdoria ha messo in mostra il solito copione: primo tempo ad alti livelli per gli uomini di Conte e secondo tempo con poca benzina e disattenzioni potenzialmente letali. Il ritmo forsennato dei primi 45′ non viene quasi mai replicato nella seconda frazione di gioco, cosa che costringe l’Inter ad andare in affanno e mettere a rischio una partita praticamente dominata, con l’aggravante delle troppe occasioni da gol sprecate e dei pochi cambi a disposizione del tecnico nerazzurro. Le disattenzioni di Stefan de Vrij e Roberto Gagliardini hanno messo in pericolo il risultato: sono loro i Flop della sfida.

DE VRIJ – Non capita così di frequente, ma ieri è capitato: serata un po’ storta per il difensore olandese, solitamente sempre tra i migliori dell’Inter. De Vrij su un calcio d’angolo a favore della Sampdoria lascia troppo spazio a Omar Colley, che stacca di testa prendendo la traversa. In seguito arriva la ribattuta di Morten Thorsby che insacca riaprendo la sfida al 52′. Viene inoltre graziato del cartellino giallo per un intervento scomposto su Antonino La Gumina. Disattento.

GAGLIARDINI – Gettato nella mischia dal 1′ per via del forfait di Brozovic, Gagliardini si piazza accanto a Barella, che corre anche per lui. L’ex Atalanta è un po’ superficiale, tanto che sul finire del primo tempo perde una palla sanguinosa al limite dell’area che per fortuna la Sampdoria non riesce a sfruttare. Dorme anche lui sol gol di Thorby e prende un brutto ed evitabile giallo per simulazione. Impreciso.

Oltre ai Top e Flop, leggi anche le nostre pagelle al termine di Inter-Sampdoria

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.