Pagelle

Fiorentina-Inter, le pagelle: Perisic 7.5! Handanovic decisivo, incubo de Vrij

Fiorentina-Inter è terminata 1-3. Inzaghi può ringrazia gli episodi prima dei suoi ragazzi, che riescono a ribaltare un’ottima Fiorentina limitata solo da Handanovic a inizio gara. Male de Vrij. Nel finale la mossa Perisic punta è azzeccatissima. Di seguito le pagelle di Fiorentina-Inter

SAMIR HANDANOVIC 7 – Nel primo quarto d’ora tiene in piedi la sua squadra, che avrebbe meritato di affondare sotto i colpi viola. Il migliore dell’Inter nel primo tempo. E nel secondo può fare da spettatore, godendosi la rimonta di cui può dirsi protagonista.

Fiorentina-Inter, le pagelle dei difensori: de Vrij da dimenticare

MILAN SKRINIAR 7 – L’unico all’altezza della situazione dietro, ma paga l’errore arbitrale che lo fa passare per colpevole nell’azione dell’1-0 viola. Escludendo questo episodio, altra prestazione maiuscola del numero 37 nerazzurro.

STEFAN DE VRIJ 4.5 – In difficoltà contro Vlahovic e compagni nel primo quarto d’ora, non migliora nella mezz’ora successiva. Il calo della Fiorentina probabilmente limita i danni in difesa, ma la sua prestazione è da incubo. Forse troppi complimenti in settimana non hanno giovato. Il peggiore.

ALESSANDRO BASTONI 5.5 – Assente ingiustificato come tutto il lato sinistro dell’Inter nell’azione del vantaggio viola. Non brilla come suo solito, anche se alla lunga tiene botta un po’ meglio rispetto all’inizio.

Fiorentina-Inter, le pagelle dei centrocampisti: reparto double face

MATTEO DARMIAN 6.5 – Ha il merito di pareggiare un secondo prima di uscire dal campo perché deciso così da Inzaghi (salvo poi cambiare idea). Rimedia a un tempo anonimo, poi esce lo stesso perché serve un’altra marcia a destra.

– Dal 66′ DENZEL DUMFRIES 6 – Inizia come un treno e sembra inarrestabile in attacco. Poi si registra in modalità difensore e avanza quando serve, portando a casa la prestazione.

NICOLÒ BARELLA 6.5 – Irriconoscibile nel primo tempo, se l’Inter non riesce a incidere in nessuna delle due fasi il motivo è qui. Partecipa all’azione del pareggio, confezionando l’assist per Darmian. Il miglioramento è netto ma fugace, perché costretto a uscire dopo metà ripresa.

– Dal 70′ MATIAS VECINO 6 – Ha un compito difficilissimo nel fare il “Barella” per oltre 20′, ma non demerita. Più ordinato del solito.

MARCELO BROZOVIC 6 – Il peggiore in campo per lunghi tratti di frazione. Nei primi 45′ è dannoso, nei secondi si riscatta benissimo e prende in mano la squadra. Il voto è una media tra il 4.5 e il 7.5 dei due tempi. Gli si chiede continuità, in questo caso tocca accontentarsi della reazione di carattere.

HAKAN CALHANOGLU 6 – Il solito assist da calcio da fermo permette di strappare la sufficienza ancora una volta, perché è decisivo per l’1-2 di inizio ripresa. Il turco ha un piede da 8 che corregge un impegno pari a 4 a livello tattico. Non può bastare ma stavolta va bene (anche) così.

– Dall’84 ROBERTO GAGLIARDINI 7 – Il primo pallone toccato in pratica è l’assist al bacio per Perisic, cosa chiedere di più a un gregario che entra a 6′ dalla fine?

IVAN PERISIC 7.5 – Cresce alla distanza, forse quando cala la Fiorentina o forse perché capisce come ottimizzare la propria prestazione sulla fascia in cui la viola non ha pensato a piani alternativi. Trova il pareggio con un cross-autogol purtroppo viziato da fuorigioco, poi cerca sempre di creare superiorità sulla sinistra. Appena Inzaghi gli chiede di fare la punta, trova il gol che chiude la partita. Il migliore.

Fiorentina-Inter, le pagelle degli attaccanti: Dzeko non perdona

LAUTARO MARTINEZ 5 – Sbaglio troppo, anche e soprattutto lontano dalla porta. Non da lui. Poi ha l’occasione di chiudere la partita al 65′ e cicca clamorosamente. Prestazione tecnicamente da dimenticare. Nota di merito solo per la grinta.

– Dall’84’ FEDERICO DIMARCO SV – Non ha tempo di entrare da protagonista nell’azione del gol, a differenza di Gagliardini.

EDIN DZEKO 7 – Si fa perdonare con un colpo di testa vincente un pessimo primo tempo. E nel secondo tempo fa la sua partita, permettendo all’Inter di dominare il gioco senza preoccuparsi più degli avversari. Esce stremato, ma solo dopo aver segnato – finalmente – un gol da tre punti.

– Dal 70′ ALEXIS SANCHEZ 5 – Non capisce che sull’1-2 l’ultima cosa fare è essere leziosi. Sbaglia il gol che avrebbe chiuso la partita ben prima dell’87’ ed è superficiale in un paio di tocchi. Per fortuna l’Inter, anche perché rimasta in superiorità numerica, non paga certi errori.

Il voto all’allenatore: (non) cambi riparatori

SIMONE INZAGHI 6.5 – Sbaglia completamente l’approccio alla partita ma è soprattutto merito di Italiano se l’Inter ha una mezz’ora da incubo. Decide di cambiare chi nel giro di 3′ gli ribalta la partita e per fortuna la palla non va fuori. Il resto vien da sé. L’1-3 sull’asse Gagliardini-Perisic è tutto suo. Premiato dalla pazienza, oltre che dalle situazioni di gara.

I voti degli avversari: la Fiorentina di Italiano

FIORENTINA: Dragowski 5.5; Benassi 6.5 (dal 66′ Odriozola 5), Milenkovic 6, Nastasic 5, Biraghi 5.5; Bonaventura 6 (dall’84’ Kokorin SV), Torreira 6.5 (dal 66′ Amrabat 5), Duncan 7 (dall’84’ Callejon SV); Sottil 6.5 (dal 74′ Saponara 5.5), Vlahovic 7, Nico Gonzalez 5. All. Italiano 6.5

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button