Mondo Inter

Capuano: “Ranocchia come pioggia Mazzarri! Inter come Juve 2015, ma…”

Giovanni Capuano – giornalista di “Panorama” -, ospite negli studi di “Monday Night” su Sportitalia, prova a spiegare i motivi per cui Spalletti non dev’essere esonerato e l’Inter può guardare il bicchiere mezzo pieno sulla scia della Juventus

SPALLETTI COME ALTRI 11 – Per Giovanni Capuano all’Inter non ci sono i margini per pensare a un miglioramento attraverso il cambio in panchina: «La domanda da fare è: “È funzionale mandare via Luciano Spalletti ora?”. Dopo José Mourinho l’Inter ha avuto dodici allenatori in otto stagioni, questa è la nona, e solo tre volte ha terminato la stagione con lo stesso allenatore raggiungendo in un certo senso l’obiettivo, invece cambiando allenatore ha sempre sbagliato. Secondo me questo è un dato che deve far riflettere. Quando andò via Walter Mazzarri avvenne per una questione ambientale e contro il Bologna Spalletti ha fatto una cosa – ovvero mettere Andrea Ranocchia centravanti – che gli rimarrà appiccicata in eterno come la pioggia per Mazzarri, tutti i tifosi dell’Inter lo stanno criticando per questa mossa! Non è una colpa di Spalletti se Ivan Perisic vuole andare via. L’Inter non è costruita per vincere l’Europa League, Spalletti quest’anno deve raggiungere nuovamente la qualificazione in Champions League».

MODELLO JUVENTUS 2015 – Capuano vede ancora l’Inter seconda in Italia, almeno a livello progettuale: «A Roma avrebbero fatto volentieri a cambio tra la mentalità dell’Inter e quella giallorossa, vendendo i giovani come Nicolò Zaniolo anziché big come Miralem Pjanic… L’Inter nel progetto è più avanti del Milan, ma le manca un tassello: è arrivato il momento che alle parole seguano i fatti. L’Inter è arrivata al punto di pensare al salto di qualità, oggi a livello di fatturato è dov’era la Juventus nel 2015, nell’estate in cui poi arrivarono giocatori come Alex Sandro, Sami Khedira, Paulo Dybala e Mario Mandzukic… Se tra sei mesi l’Inter prende Matteo Darmian, allora non c’è un progetto, ma se fa seguire i fatti alle parole, tra due anni può competere con la Juventus. Joao Cancelo l’anno scorso nell’Inter non giocava all’inizio perché aveva tutti i difetti che stiamo vedendo quest’anno (in realtà l’attuale terzino destro della Juventus s’infortunò con la Nazionale Portoghese appena arrivato a Milano e recuperò al meglio solo verso la fine del 2017, ndr) e non i pregi visti l’anno scorso nella seconda metà di stagione».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh