FocusPrimo Piano

Weghorst ultimo nome di una lista improvvisata per l’Inter, ma il budget?

Weghorst è solo l’ultimo nome ipotizzato per l’attacco dell’Inter, che ormai ha solo due settimane per completare il reparto. Il profilo del centravanti olandese stona un po’ con ciò che servirebbe dopo l’avvicendamento tra Lukaku e Dzeko, ma ciò non deve sorprendere più di tanto

NUOVO CENTRAVANTI – Il nome di Wout Weghorst (vedi focus) accostato all’Inter spiazza ma non deve stupire. Il classe ’92 olandese del Wolfsburg è solo l’ultimo nome ipotizzato per l’attacco nerazzurro dopo la partenza di Romelu Lukaku in direzione Londra. Un centravanti di peso che già c’entra ben poco con l’ormai ex numero 9 belga e che c’entra anche meno con tutti gli altri nomi fatti nelle ultime ore. Weghorst come acquisto avrebbe ancora meno senso dopo aver puntato sul classe ’86 Edin Dzeko, di cui può essere visto come alter ego. E stonerebbe un po’ investire su due profili simili per tamponare la partenza di Lukaku. Weghorst avrebbe avuto più senso al posto di Dzeko, il cui arrivo andrebbe affiancato a un centravanti più giovane e quotato, sulla scia del forse irraggiungibili Dusan Vlahovic (vedi focus). Oggi, però, si ragiona in modalità emergenza. E forse è anche giusto così, nonostante le inconguenze evidenti.

Weghorst ultimo ma non ultimo nome per l’Inter

LISTA IMRPOVVISATA – Investire 15-20 milioni di euro sul pur ottimo Weghorst, liberandosi contestualmente dell’altro centravanti attualmente in rosa, Andrea Pinamonti (vedi aggiornamento), non sembra una mossa comprensibile. Il 29enne olandese può essere una scommessa interessante, a metà prezzo rispetto alla “certezza” Duvan Zapata in Serie A. E magari, una volta diventato over 30, diventare l’erede di Dzeko in rosa. Partendo dalla panchina. Ma con l’Inter di oggi, dopo l’avvicendamento tra Lukaku e lo stesso Dzeko, cosa c’entra? L’impressione è che l’Inter stia ragionando più sulle cifre che sulla tipologia di attaccante per completare il reparto offensivo. Se il budget è ridotto, giusto ragionare su occasioni in prestito di fine mercato o appunto su scommesse come Weghorst. Un innesto simile servirebbe solo a tamponare in questa stagione, non a ragionare in prospettiva. La lista degli attaccanti per l’Inter, che va da Joaquin Correa a Lorenzo Insigne, non si può spiegare altrimenti. Weghorst si aggiunge a questa improvvisazione estiva e non sarà nemmeno l’ultimo nome, forse…

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button