Focus

Dimarco dieci su dieci, irrinunciabile per Inzaghi. Ora tempo di riposo?

Federico Dimarco parte titolare anche in Inter-Sampdoria, ripagando la fiducia di Simone Inzaghi. Che però deve fare i conti anche con Robin Gosens, finalmente recuperato.

TITOLARE INAMOVIBILE – Anche Inter-Sampdoria (vedi video) vede Federico Dimarco partire titolare come quinto a sinistra. E serve un’altra prestazione di grande qualità, tanto da risultare – ancora una volta – tra i migliori in campo. Per il 32 nerazzurro 76 tocchi nel corso dei novanta minuti, il secondo valore più alto per l’Inter (fonte: WhoScored). E ben 7 cross piazzati verso le incornate dei compagni, che però non sono riusciti a concretizzare. Nel complesso Dimarco ripaga alla grande la fiducia di Simone Inzaghi, che lo apprezza per molti motivi.

FIDUCIA TOTALE – Inzaghi considera Dimarco come un’importante fonte di costruzione per la sua Inter. Non a caso il laterale cresciuto nel vivaio è titolare da dieci partite consecutive. Nonostante alcune incertezze in fase difensiva, l’allenatore si fida moltissimo della proprietà di calcio del numero 32, sui piazzati e non solo. E dimostra ancora una volta di non volervi rinunciare. Anche a discapito di Robin Gosens, considerato l’erede naturale del posto lasciato libero da Ivan Perisic. E infatti anche ieri il tedesco è rimasto in panchina, nonostante gli elogi finali di Inzaghi.

Dimarco davanti a Gosens: gerarchia definitiva?

OPZIONI APERTE – Già ieri contro la Sampdoria, molti tifosi e osservatori si aspettavano di vedere entrare Gosens in campo. Anche perché Inzaghi stesso ha confermato come il numero 8 sia pienamente recuperato. Anzi, già nella gara di mercoledì contro il Viktoria Plzen ci si attendeva di vedere Gosens dal 1′. Ma nonostante il gol al Camp Nou, fondamentale per il passaggio del girone in Champions League, il tedesco ancora non è riuscito a scalzare Dimarco. E viene difficile pensare che ci riuscirà da qui alla pausa. Forse partirà titolare martedì a Monaco, nella partita dal peso inutile contro il Bayern Monaco. Al tempo stesso, il 32 avrà bisogno di riposto dopo dieci partite di fila da titolare (e sempre in campo per almeno un’ora di gioco). Sarà interessante vedere quali saranno le gerarchie sulla fascia sinistra dopo il Mondiale, a partire dalla prima gara dell’anno (Inter-Napoli del 4 gennaio).

Inzaghi: «Gosens molto bene, ecco perché non è entrato. Nessuno aspetta»

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

Abbiamo notato che sta usando un AdBlocker. INTER-NEWS.IT sostiene spese ingenti di personale, infrastrutture tecnologiche e altro e disabilitando la pubblicità ci impedisci di guadagnare il necessario per continuare a tenerti aggiornato con le notizie sull\'Inter. Per favore inserisici il nostro sito nella tua lista di esclusione del tuo AdBlocker.

Grazie.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock