Primo Piano

Ausilio: «Conte porta tutto all’eccesso! Meeting Inter? Dopo Villa Bellini…»

Ausilio si è soffermato sul tema dell’incontro per definire il futuro dell’Inter, partendo dal celebre meeting di Villa Bellini che ha portato alla conferma di Conte. Di seguito il terzo e ultimo estratto della sua intervista ai microfoni di “Sky Sport”

DA SPALLETTI A CONTE – Prima di arrivare alla vittoria dello scudetto, definito un “sollievo” (vedi prima parte dell’intervista), l’Inter è cresciuta step by step, come tiene a ricordare Piero Ausilio: «Non dimentico le persone con cui abbiamo lavorato. Si è iniziato il percorso con Luciano Spalletti, con cui siamo tornati in Champions League. Alla base di tutto c’è stato il gol di Matias Vecino (contro la Lazio, ndr), che ha cambiato le sorti dell’Inter e del nostro progetto. Poi è arrivato Antonio Conte, che porta tutto all’eccesso. La nostra è un’ottima squadra, di grande qualità. I nostri sono giocatori importanti ma Conte ha fatto la differenza. Forse, avesse avuto la possibilità di allenare squadre simili all’Inter, la differenza l’avrebbe fatta lui e lo scudetto sarebbe finito da un’altra parte. Ma per fortuna Conte ce l’abbiamo noi e ce lo godiamo noi! Qualsiasi squadra dev’essere organizzata e strutturata partendo da un allenatore, che deve avere mentalità, personalità e capacità di saper gestire. Soprattutto all’Inter, dove le pressioni sono più alte. Conte poteva essere in grado di gestirle. Oltre a Conte, all’Inter ci sono altre persone capaci e professionali in tutte le aree, non solo nel suo staff. Conte è un valore aggiunto di un sistema competente».

VILLA BELLINI BIS – Parlando invece del nuovo incontro per pianificare il futuro (vedi seconda parte dell’intervista), Ausilio si concede una battuta: «Non so chi sia il proprietario, ma con tutta la pubblicità che avete fatto a Villa Bellini, il valore di quell’immobile sarà cresciuto abbastanza (ride, ndr). Si è trattato di un meeting che avviene periodicamente tra di noi, avevamo già parlato quindici giorni prima a Colonia in prossimità della finale di Europa League. Nei prossimi giorni non penso ci sarà un meeting con tutta quella mediaticità come si aspettano tutti dopo quello dell’anno scorso. Ci sarà un incontro normale come succede nelle altre società, comprese Juventus, Milan e Roma. Lo faremo tra di noi, nel modo più tranquillo possibile».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh