Primo Piano

Ausilio: «L’Inter di Suning ha vinto in tempi giusti! Post-FPF pensiamo al resto»

Ausilio – intervistato dal giornalista Paventi per “Sky Sport” – racconta le prime emozioni dopo la vittoria dello Scudetto dell’Inter. Di seguito il primo estratto del suo lungo intervento

FINALMENTE UN TROFEO – Incalzato da Andrea Paventi, inizia così l’intervento di Piero Ausilio: «La festa è solo l’inizio. Non abbiamo avuto occasione in questi tre giorni. Il mister ha dato meritato risposo ai giocatori. Ci siamo ritrovati oggi, avevamo voglia di abbracciarci e ritrovaci insieme. Nel mio caso, dopo le tante sofferenze degli ultimi anni, è stato un po’ un sollievo (ride, ndr). Penso sia davanti agli occhi di tutti quello che abbiamo fatto: è stato un percorso difficile, ma per un motivo molto semplice. Non è mai facile, quando cambi tre proprietà in soli sei anni. E sfido chiunque a trovare il successo in brevissimo tempo. Nel nostro periodo, quello dell’Inter di Suning con la Famiglia Zhang, il tempo è stato quello giusto. Abbiamo avuto il tempo di capire la nostra realtà, riorganizzare l’area tecnica in pochissimo tempo, scegliendo il management. E dando continuità con me e altri colleghi rimasti. Con Beppe Marotta nell’Area Sport e la scelta di bravi allenatori, abbiamo iniziato un percorso oltre due anni fa. E poi lo abbiamo portato a termine rendendolo vincente con Antonio Conte».

VITTORIA SENTITA – Ausilio ammette di aver capito che l’Inter avrebbe ottenuto il successo dopo anni di saggia pianificazione: «Dentro di me, per com’era finita la stagione scorsa, avevo sensazioni giuste che non potevano essere manifestate pubblicamente. Ma sentivo che c’era qualcosa di speciale per via del lavoro fatto: il secondo posto in Serie A dietro la Juventus, la finale di Europa League… Tutti la pensavamo allo stesso modo: è stato un anno positivo. Da lì dovevamo ripartire. Ci siamo riposati un po’ e siamo ripartiti subito per preparare la nuova stagione. Questo è stato un anno difficile ma così è più bello renderlo vincente».

PASSATO E FUTURO – Sul futuro nerazzurro Ausilio glissa un po’: «Intanto mi riposo, non vogliamo che arrivi il momento della programmazione e pensare al futuro (sorride, ndr). L’obiettivo è serio ma abbiamo ancora quattro partite da giocare: è vero che abbiamo vinto il campionato, ma dobbiamo onorare il finale di stagione. Siamo dei professionisti seri. Poi avremo modo di programmare tutto il discorso futuro. Oggi il successo è talmente vicino che vorremmo godercelo un po’ e condividerlo con i nostri tifosi nei prossimi giorni. Fino a quest’anno mi ero occupato solo del ciclo virtuoso, se volete vi dico come si lavora con il Fair Play Finanziario sotto Settlement Agreement e con i prestiti. Di questo sono un esperto! Non è facile abbinare tutte le cose ma so che dovremo essere in grado di mantenere la qualità della squadra pensando soprattutto all’aspetto economico-finanziario della società».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh