PagellePrimo Piano

Inter-Bologna, pagelle: Dimarco esagera, Dzeko ci va vicino! Nessuno sotto il 6

Inter-Bologna termina 6-1. Non c’è partita a San Siro, dove la squadra di Thiago Motta va in vantaggio ma poi subisce la reazione nerazzurra. Inzaghi ottiene risposte importante dai singoli ma anche dal collettivo. Dzeko si esalta, Dimarco fa la differenza. E anche chi entra dalla panchina si trova a suo agio. Di seguito le pagelle di Inter-Bologna in Serie A

ANDRÉ ONANA 6 – Nel primo tempo è fondamentale la parata su Arnautovic: fattore C allo stato puro. Fattore C che premia oltremodo il Bologna nel tiro di Orsolini deviato da Lykogiannis: nulla da fare per il portiere nerazzurro. Poi assiste allo show dei compagni di movimento.

Inter-Bologna, pagelle – DIFESA

MILAN SKRINIAR 7 – Torna il difensore grintoso e roccioso sempre apprezzato. Il punto più alto della sua serata è la giocata che innervosisce l’ex Arnautovic. Ora manca solo la firma sul rinnovo.

FRANCESCO ACERBI 6.5 – Ad Arnautovic ci pensa anche Skriniar, che facilita i compiti del centrale. Una sicurezza ogni volta che gioca in mezzo al posto di de Vrij. Una bella scoperta.

ALESSANDRO BASTONI 6 – Inizia con un retropassaggio sbagliato rischioso, poi va decisamente meglio. Cresce un po’ ma è anche merito del Bologna, che sparisce. A Bergamo servirà altro.

Inter-Bologna, pagelle – CENTROCAMPO

DENZEL DUMFRIES 7 – Non poteva fare peggio di quanto fatto a Torino ma si riscatta alla grande e non era affatto scontato. Un’ora di gioco in cui riesce a mettere in mezzo palloni pericolosi per Dzeko. Uno in qualche modo porta al pareggio, l’altro si ferma sulla traversa.

– Dal 62′ RAOUL BELLANOVA 6 – Partecipa alla mezz’ora finale in cui il Bologna è alle corde.

NICOLÒ BARELLA 6.5 – Primo tempo assolutamente da dimenticare per approccio e giocate. Troppo nervoso. La ripresa si apre con il suggerimento per Dimarco, che raccoglie l’invito segnando il poker. Chiude in crescendo ma ci ha abituato a prestazioni superiori. E di molto.

– Dal 75′ ROBERTO GAGLIARDINI 6 – Voto politico in una serata di festa senza insufficienze.

HAKAN CALHANOGLU 7.5 – Ovviamente è suo il primo tiro verso la porta di Skorupski ma è troppo alto. Ennesimo assist da fermo: corner sulla testa di Lautaro Martinez. Ed è assolutamente perfetto dal dischetto. Un’ora in regia, poi ritorno alle origini da mezzala alla sinistra di Brozovic per poco meno di un quarto d’ora. Il doppio play diventa un “problema” in più per Inzaghi.

– Dal 75′ KRISTJAN ASLLANI 6.5 – Entra bene e avrebbe meritato di chiudere in bellezza con il (bel) gol del 7-1. Il palo, però, gli nega questa gioia personale a San Siro. Un vero peccato.

HENRIKH MKHITARYAN 7 – Come Dumfries e altri compagni, si riprende la scena dopo la brutta prova in casa della Juventus. Solita combo di qualità e quantità. Tornerà in panchina?

FEDERICO DIMARCO 8.5 – Sulla sinistra a dire il vero non brilla ma sui piazzati è sempre pericoloso. E stavolta dal limite dell’area è una sentenza: punizione velenosa e vincente per il 2-1. Il meglio, però, lo dà a sorpresa trovandosi a destra, da dove inventa un gol spettacolare più da attaccante che da difensore. Serata indimenticabile pre-compleanno. Decisivo. Il migliore.

– Dal 62′ ROBIN GOSENS 7 – Entra per rimpiazzare il protagonista assoluto della partita e trova il tempo di mettere a segno una rete. Impossibile chiedergli di più. Nel modo di giocare da quinto sinistro è completamente diverso da Dimarco ma può essere altrettanto decisivo. Chissà che in casa della “sua” Atalanta possa mettere un’altra firma ma decisiva anziché solo di contorno.

Inter-Bologna, pagelle – ATTACCO

EDIN DZEKO 8 – La conclusione con cui recupera sùbito lo svantaggio di metà primo tempo è da applausi. Si fa fatica a credere si tratti di un calciatore prossimo ai 37 anni. Manca la doppietta per una traversa, poi guadagna il rigore per Calhanoglu e infine manda in rete il neo entrato Gosens. E ci sarebbe spazio per un’altra rete. Lukaku guardi e impari da un fuoriclasse senza età.

LAUTARO MARTINEZ 7 – Solito impegno ma stavolta il gol non manca: il 3-1 di testa è un gol di rapina, di cui ha tutti i meriti. Importantissimo, perché chiude la partita già nel primo tempo. Poi può rifiatare in vista dell’ultimo difficile impegno nerazzurro dell’anno solare in corso.

– Dal 62′ MARCELO BROZOVIC 7 – Inzaghi lo ripropone in cabina di regia per la mezz’ora finale e si esalta contro un Bologna inesistente. Peccato che l’Inter abbia in calendario una sola partita in questo 2022: il recupero fa più felice la Croazia in vista di Qatar 2022, infatti…

Il voto in panchina – ALLENATORE

SIMONE INZAGHI 7 – Serviva una scossa. E arriva solo dopo la paura dopo il gol-beffa. Una grande vittoria dopo il brutto flop del Derby d’Italia. L’ultima trasferta del 2022 in casa dell’Atalanta dirà se la lezione è recepita o meno. Intanto la sua Inter è proprio questa, però.

Le pagelle degli avversari: il Bologna di Thiago Motta

BOLOGNA – Skorupski 4.5; Posch 5, Soumaoro 5, Lucumí 5 (dal 46′ J. Sosa 4), Lykogiannis 6; Schouten 6, Medel 5 (dal 46′ N. Moro 5), Ferguson 5 (dal 62′ Soriano 5); Orsolini 5.5, Arnautovic 5 (dal 62′ Zirkzee 5.5), Barrow 5 (dal 75′ E. Vignato SV). All. Thiago Motta 5

IN PRECEDENZA – Vedi pagelle di Juventus-Inter (Serie A).

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

Abbiamo notato che sta usando un AdBlocker. INTER-NEWS.IT sostiene spese ingenti di personale, infrastrutture tecnologiche e altro e disabilitando la pubblicità ci impedisci di guadagnare il necessario per continuare a tenerti aggiornato con le notizie sull\'Inter. Per favore inserisici il nostro sito nella tua lista di esclusione del tuo AdBlocker.

Grazie.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock