IntervistePrimo Piano

Inzaghi: «Devo dare qualcosa in più all’Inter! Non guardo la classifica»

Inzaghi ha tenuto la conferenza post partita dopo il 6-1 con cui l’Inter ha demolito il Bologna, che era anche passato in vantaggio. Dalla sala stampa del Meazza l’allenatore ha espresso le sue considerazioni sulla reazione della squadra.

CONFERENZA INZAGHI – Questa la conferenza stampa di Simone Inzaghi nel post partita di Inter-Bologna.

Come risolvere il problema degli scontri diretti in trasferta?

Questo chiaramente lo stiamo analizzando. Non è semplicissimo, però sappiamo che a San Siro gli scontri diretti sono stati fatti, eccetto la Roma dove non si meritava di perdere. In trasferta dobbiamo essere bravi a trasmettere, fare e soprattutto segnare. Abbiamo perso delle partite dove l’episodio non siamo riusciti a indirizzarlo dalla nostra parte, probabilmente domenica poteva andare in modo diverso ma dobbiamo dare continuità e qualcosa in più. Io sono l’allenatore, devo cercare di trovare quel qualcosa in più anche in trasferta lasciando da parte il discorso Champions League e concentrandomi sul campionato. Eccetto il Napoli siamo tante squadre in pochi punti, c’è l’ultima partita domenica e dobbiamo farla nel migliore dei modi contro una squadra importante che sta facendo un ottimo cammino.

Che tipo di reazione ha visto?

Chiaramente la squadra. Il primo quarto d’ora tutte e due erano un po’ bloccate, con errori tecnici non usuali da parte della mia. Mi porto chiaramente la reazione, vieni da una sconfitta che ci ha fatto malissimo, in un big match dopo quattro vittorie consecutive. Abbiamo preso lo 0-1 e siamo rimasti sul pezzo, con la concentrazione, sapendo che mancavano settanta minuti e che c’era il tempo di mettere la partita come volevamo.

Per Inzaghi cosa manca per provare a raggiungere il Napoli?

Quella continuità che sta mancando a tutte, eccetto il Napoli. Non dobbiamo guardare la classifica ma partita dopo partita, migliorando gli scontri diretti che ci stanno penalizzando.

Cos’è successo con Medel dopo il 2-1?

Non è stata una reazione, perché c’era stata la punizione che l’ho rivista e mi sembrava un fallo netto. Non capivo le proteste in quel momento, ma non c’è stato niente di che. C’è un grandissimo rapporto con Thiago Motta, a cui ho fatto i complimenti: veniva da quattro vittorie di fila fra campionato e Coppa Italia. In questi tre giorni i ragazzi sono stati bravi a preparare una partita importante.

Inzaghi, quanto è importante l’Atalanta?

Sappiamo le ripercussioni in caso di sconfitta. Conosciamo la squadra che andiamo ad affrontare e la nostra forza, dobbiamo preparare in tre giorni e mezzo la settima partita in venti giorni. Dobbiamo andare avanti, chiaramente stasera abbiamo fatto la vittoria che volevamo con le nostre forze.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

Abbiamo notato che sta usando un AdBlocker. INTER-NEWS.IT sostiene spese ingenti di personale, infrastrutture tecnologiche e altro e disabilitando la pubblicità ci impedisci di guadagnare il necessario per continuare a tenerti aggiornato con le notizie sull\'Inter. Per favore inserisici il nostro sito nella tua lista di esclusione del tuo AdBlocker.

Grazie.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock