Liverani: “Parma, persi due giocatori alle 11! Ecco perché la difesa a 5”

Articolo di
31 Ottobre 2020, 23:34
Fabio Liverani (foto Dreamstime.com) Fabio Liverani (foto Dreamstime.com)
Condividi questo articolo

Liverani ha parlato in conferenza stampa nel post partita di Inter-Parma 2-2. Il tecnico gialloblù ha spiegato il motivo per cui ha cambiato, dal 4-3-1-2 visto in questo inizio di stagione, al molto difensivo 5-3-2 del Meazza.

CONFERENZA LIVERANI – Questa la conferenza stampa di Fabio Liverani nel post partita di Inter-Parma.

È più il rammarico per la mancata vittoria o la consapevolezza comunque di aver portato a casa un buon risultato?

Mah, visto il minuto sicuramente un po’ di rammarico c’è. La voglia era di vedere una squadra in crescita: sotto lo spirito c’è. Stiamo recuperando alcuni giocatori, la continuità di allenamento e di giocate fra i calciatori può avere solo grandi margini di miglioramento per questa squadra. Io sono contento della rosa, spero solo di poterla allenare assieme tutti i giorni.

La difesa a cinque, con l’esordio di Balogh, è stata un’emergenza o potrà essere riproposta?

Io credo che i numeri contino sino a un certo punto. Abbiamo giocato mercoledì, abbiamo perso dei giocatori e avendo le punte centrali l’Inter volevo dare un po’ più di tranquillità dietro, e non giocarmi l’uno contro uno in questo momento. Se avesse giocato Lukaku fisicamente è sicuramente straripante, quindi abbiamo cercato di dare un pochino di superiorità dentro il campo. La squadra ha lavorato solo venerdì e con due giocatori, Bruno Alves e Osorio, che stamattina alle 11 abbiamo perso. Cambiare totalmente lo schema tattico diventa difficile con questa situazione dei tamponi.

Che aspetti, uno positivo e uno negativo, si porta a casa Liverani?

Quello positivo è sicuramente l’abnegazione di tutta la squadra, il sacrificio a lottare, e sicuramente Gervinho con Inglese. Probabilmente potevamo gestire meglio alcune situazioni.

La scelta di cambiare Gervinho perché?

Non riuscivamo più a ripartire per servirlo in una certa maniera. Mancavano pochi minuti, quindi ho pensato che se avessimo poi subito prima il gol avrei giocato la carta Karamoh, avendo anche lui. Siamo arrivati a un pizzico dalla vittoria, è sfumata, ci portiamo a casa un punto e sappiamo di dover migliorare.



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




<!--//<![CDATA[ var m3_u = (location.protocol=='https:'?'https://servedby.publy.net/ajs.php':'http://servedby.publy.net/ajs.php'); var m3_r = Math.floor(Math.random()*99999999999); if (!document.MAX_used) document.MAX_used = ','; document.write (""); //]]>-->

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.