D’Ambrosio: “Se remassimo contro non avremmo vinto! Inter, fino alla fine”

Articolo di
13 Dicembre 2020, 17:49
D'Ambrosio D’Ambrosio
Condividi questo articolo

D’Ambrosio ha parlato a DAZN nel post partita di Cagliari-Inter. L’autore del gol del sorpasso, pochi secondi dopo essere entrato in campo al posto di Hakimi infortunato (vedi articolo), si è espresso non solo sul match della Sardegna Arena ma anche sulla stagione.

SODDISFAZIONEDanilo D’Ambrosio si trova bene nel ruolo di risolutore: «Io uomo decisivo? Scherzi a parte sono contento per aver fatto gol e per aver comunque messo una partita abbastanza difficile sulla giusta strada. Penso che la cosa fondamentale oggi fosse vincere: abbiamo trovato un campo in salita, nonostante le tante occasioni che abbiamo creato non siamo riusciti ad andare in vantaggio. Anzi, siamo andati in svantaggio. Poi siamo stati bravi a reagire e ottenere i tre punti».

GESTIONE – D’Ambrosio parla della reazione dell’Inter dopo l’uscita dalla Champions League: «È normale che, giocando ogni tre giorni, non sia facile essere al 100% e brillanti. Però quando poi, oltre a giocare ogni tre giorni, ci metti la mancata qualificazione agli ottavi di finale questo può compromettere le cose. Il Cagliari non ha fatto tiri in porta se non il gol, noi abbiamo avuto tante occasioni. Sono stati fortunati, comunque Alessio Cragno ha fatto parate importanti. Il campo, come ho detto prima, era in salita però siamo riusciti a ottenere i tre punti».

PRIMO PALLONE E GOL – D’Ambrosio parla dell’ingresso in campo: «Sono scelte dell’allenatore, io cerco sempre di farmi trovare pronto. Oggi sono contento di essere stato al posto giusto nel momento giusto. Scudetto? Noi non è che non lo diciamo per scaramanzia o altro. Comunque il dominio che negli ultimi anni ha visto vincere la Juventus è evidente. Noi ci chiamiamo Inter, dobbiamo essere pronti a lottare fino alla fine. C’è un processo di crescita che dura da diversi mesi: veniamo da diverso tempo giocando ogni tre giorni e non è facile. La delusione e l’amarezza per non aver raggiunto il primo obiettivo della stagione c’è prima di tutto da parte nostra: se fossimo stati un gruppo che non teneva alla maglia o remava contro non avremmo assolutamente vinto».

GIOCHIAMOCELA – D’Ambrosio chiude su cosa deve fare l’Inter in stagione: «Io sento di giocare in una squadra forte, in una società forte e con un allenatore forte. Detto questo non siamo sicuramente i più forti, perché come abbiamo detto più volte quello che tira le somme e il campo. Se alla fine saremo primi in classifica vorrà dire che l’abbiamo meritato».




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.