IntervistePrimo Piano

Conte: “Se l’Inter non è a ritmi molto alti non può vincere. Sanchez…”

Conte si è presentato in sala stampa al Via del Mare, al termine di Lecce-Inter. Queste le risposte del tecnico in conferenza ai giornalisti presenti, dopo la partita della ventesima giornata di Serie A.

CONFERENZA CONTE – Questa la conferenza stampa di Antonio Conte nel post partita di Lecce-Inter.

L’abbiamo sentita piuttosto arrabbiato sulla partita, una rabbia giusta. Vorrei parlare di altro: lei è salentino, questa terra rappresenta le sue radici. Lei è orgoglioso di essere salentino?

L’ho già spiegato più volte, per me c’è sempre una grande emozione nel tornare a Lecce a prescindere che ci torni dal punto di vista calcistico, per vacanza o per trovare i miei genitori. Ci sarà sempre quest’emozione e quest’attaccamento, detto questo sono un professionista e cerco di fare al meglio il mio lavoro. Orgoglioso? Sì, assolutamente. Perché, c’è bisogno anche di metterlo in dubbio?

Dal punto di vista emotivo questa partita come l’ha vissuta Conte in campo? Il tuo orgoglio salentino è fuori discussione, questa partita che emozioni ti ha regalato anche da un punto di vista ambientale?

Per me, ogni volta che torno al Via del Mare, significa tornare indietro di trenta-trentacinque anni. Io ho passato la mia infanzia qui, facendo il raccattapalle, poi ho avuto la possibilità, la fortuna e penso un po’ anche la bravura di esordire e di giocare per diversi anni nel Lecce. Per me questo rappresenta l’infanzia, ecco perché mi dà sempre grandi emozioni. Poi, ripeto, è inevitabile che io oggi ero l’allenatore dell’Inter e ho cercato di fare di tutto affinché la mia squadra vincesse.

L’hai già rimarcato nelle interviste televisive: è chiaro che il Lecce può mettere in difficoltà l’Inter se questa non gira ai ritmi voluti. Il cambio di modulo ha sorpreso?

Io penso che Fabio Liverani si sia fatto due conti e abbia cambiato sistema. Sicuramente oggi il Lecce era molto meno propositivo rispetto ad altre partite, ha cercato di occupare la propria metà campo e cercare di andare in ripartenza assieme a Babacar e Lapadula. Complimenti a loro, perché hanno fatto una buonissima partita. Noi abbiamo avuto le nostre occasioni per portare a casa i tre punti, però come ho detto anche in televisione siamo una squadra in costruzione. Comunque stiamo lavorando da soli sei mesi, noi o giriamo sempre il motore a ritmi molto alti altrimenti non siamo quel tipo di squadra, per tanti punti di vista, che andando a velocità di crociera può venire a Lecce e vincere.

Cos’è successo coi difensori?

Sicuramente abbiamo concesso questo gol che lascia un po’ di amaro in bocca, questo sicuramente. È inevitabile che, quando le squadre avversarie ti fanno gol, c’è qualcosa da migliorare, a meno che qualcuno da trenta metri tiri una fucilata sotto l’incrocio imparabile per il portiere. C’è sempre qualcosa su cui dobbiamo lavorare e possiamo migliorare.

Oggi c’erano molti giocatori sottotono. In partite come queste ti manca avere, per fare un esempio, un Lichtsteiner ovvero un esterno che riesca ad andare sul fondo e crossare? Young può esserlo? Come sta Sanchez?

Io penso che noi stiamo lavorando con questo gruppo da sei mesi, penso che comunque ci sono state delle risposte importanti da parte di tutti. È per questo motivo che abbiamo finito il girone d’andata in questa maniera. Noi dobbiamo continuare a lavorare, dobbiamo continuare a fare quello che stiamo facendo, poi se ci sarà la possibilità eventualmente di ampliare la rosa, di rinforzarla in qualche reparto, cercheranno di farlo. Però ripeto: il mio unico obiettivo è quello di lavorare e di migliorare i miei calciatori, cercando sempre di portarli al massimo. Sanchez ha fatto sessanta minuti in Coppa Italia, oggi è entrato negli ultimi dieci minuti. Si sta allenando, sta cercando di ritrovare la miglior condizione. Ha avuto questa operazione alla caviglia e niente, non l’abbiamo avuto per tre mesi quindi bisogna essere pazienti e cercare di portarlo nella miglior condizione.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh