Focus

VAR protagonista di polemiche inutili, ma se Inter-Juventus fosse finita 0-0?

VAR migliore e/o peggiore in campo in Inter-Juventus, in base al punto di vista bianconero o nerazzurro. Le polemiche inutili tolgono la scena agli argomenti tecnico-tattici, che probabilmente sono poveri come non mai. Nonostante si possa parlare di un ottimo approccio dell’Inter di Inzaghi e un’altrettanta ottima reazione della Juventus di Allegri

GOL INTER – Due episodi. Il primo. Al 17′ l’Inter va in vantaggio grazie a una serie di combinazioni favorevoli. La Juventus al 15′ rimane in dieci per l’infortunio di Federico Bernardeschi, che non rientrerà più. L’Inter al 16′ arriva al limite dell’area bianconera e Hakan Calhanoglu trova una conclusione velenosa, che senza la deviazione di Manuel Locatelli sarebbe finita sugli spalti. E invece il pallone impatta precisamente sull’incrocio dei pali, mettendo in fuorigioco Wojciech Szczesny ma non Edin Dzeko, che proprio sul filo del fuorigioco deve solo appoggiarlo in rete. 1-0. Il risultato più giusto dopo il primo tempo.

GOL JUVE – Due episodi. Il secondo. All’89′ la Juventus trova il pareggio grazie a una serie di combinazioni favorevoli. L’Inter ha in campo Denzel Dumfries, che all’interno dell’area di rigore calcia a vuoto colpendo leggermente il piede di Alex Sandro anziché il pallone. L’arbitro Maurizio Mariani non nota il fallo, ma il VAR sì e all’88 lo richiama al monitor, dove l’errore arbitrale diventa correzione. Dagli undici metri Paulo Dybala riesce a spiazzare Samir Handanovic, che non riesce a opporsi alla rete. 1-1. Il risultato più giusto dopo il secondo tempo.

Inter-Juventus senza episodi né polemiche

ZERO A ZERO – Da quasi 24 ore si parla solo del VAR, se potesse intervenire o meno. E se il fallo fosse da rigore o meno. Polemiche inutili. Perché il fallo, seppur minimo, c’è e quindi va segnalato, corretto dal VAR e assegnato dall’arbitro. Va assegnato per lo scontro Dumfries-Alex Sandro così come in qualsiasi altra situazione di contatto minimo, se passa questa linea. L’importante è non utilizzare due pesi e due misure, perché o il “rigorino” è sempre rigore oppure non lo è mai. Detto ciò, Inter-Juventus è finita 1-1 per due episodi, altrimenti nessuna delle due squadre – per motivi diversi – avrebbe mai segnato. Se fosse finita 0-0, si sarebbe parlato di arbitro e VAR oppure analizzato la prestazione di due big che hanno paura della loro stessa ombra e non riescono a segnare? Il complicato lavoro di Simone Inzaghi e Massimiliano Allegri non può ridursi a polemiche così inutili, perché si diventa ridicoli. Due episodi.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button