Focus

Lukaku vuole solo l’Inter: bilancio e campo parlano due lingue diverse

Romelu Lukaku torna al centro di voci di mercato che lo vogliono distante dall’Inter. Un’ipotesi che il club non dovrebbe neanche lontanamente considerare.

VOLONTÀ CHIARARomelu Lukaku vede solo l’Inter nel suo presente e anche nel futuro. Un’evidenza che solo al Chelsea non è chiara. Tanto che, nonostante il secco rifiuto dell’attaccante, i Blues vogliono tornare alla carica, offrendo ancor più soldi, a lui e al club nerazzurro (vedi ultimo aggiornamento). Nemmeno la ventilata ipotesi – certezze non ve ne sono – di uno stipendio da 15 milioni annui fa vacillare Big Rom. Una dichiarazione ferrea e precisa, di cui l’Inter non può non tenere conto.

ESIGENZE IN SINERGIA – Un’eventuale cessione monstre di Lukaku porterebbe letteralmente una tromba d’aria fresca nel bilancio nerazzurro. E sappiamo ormai bene quanto siano innanzitutto i criteri economici a guidare questo mercato dell’Inter. Tuttavia, grazie soprattutto alla dolorosa ma lauta cessione di Achraf Hakimi, l’attivo perseguito da Giuseppe Marotta è vicinissimo al compimento (vedi focus). Non vi è pertanto bisogno di cedere un altro big, tantomeno il leader tecnico e carismatico della squadra. Escludendo l’ottica economica, infatti, sarebbe un inequivocabile segnale di ridimensionamento, che comprometterebbe la percezione dell’operato societario presso i tifosi. Un eventuale addio di Lukaku, che seguirebbe quelli di Antonio Conte e Hakimi, a tre mesi dalla vittoria dello scudetto getterebbe nello sconforto tutti i tifosi interisti, prestando poi il fianco alle rivali in Serie A. Una riduzione del tasso tecnico (e non solo…) della squadra che rovinerebbe sul nascere il lavoro che Inzaghi punta a fare in nerazzurro.

AMORE NERAZZURROLukaku ha scelto l’Inter e non ha mai neanche lontanamente millantato di volersene andare. E lo ha dimostrato non solo a parole, ma anche coi fatti, rifiutando già diverse proposte del suo ex club londinese. Una sua eventuale cessione avrebbe ripercussioni straordinarie sul bilancio dell’Inter (come detto sopra), ma inciderebbe in modo trascendentale sul campo. L’undici nerazzurro perderebbe un attaccante da 30 gol e 11 assist nella stagione dello scudetto, e Simone Inzaghi si troverebbe una rosa nettamente indebolita. Senza poi il tempo necessario per trovare un degno sostituto sul mercato. Ma, ribadiamo, questi sono problemi che nemmeno si pongono fintanto che Lukaku continuerà a volere sempre e solo l’Inter.

Perché è sbagliato dire che Lukaku non ha prezzo (ma non decide l’Inter)

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button