Calciomercato

Handanovic, la rosa degli eredi si restringe: due sicuri, Cragno fuori dai giochi?

Il futuro di Samir Handanovic all’Inter è quasi deciso, ma ancora non si conosce il nome del suo erede. Facciamo il punto sui possibili successori dello sloveno.

RINNOVO CITOFONATO – Il tema dell’erede di Samir Handanovic tra i pali dell’Inter tiene banco da diverso tempo, e rischia di incendiarsi nelle prossime settimane. Da un lato, non sembrano esserci ostacoli tra il capitano nerazzurro e un nuovo rinnovo del contratto in scadenza a giugno. Dall’altro, è tempo di costruire un’eredità solida, preparando il passaggio di testimone già nella prossima stagione (come dice Pascal Zuberbuhler nella nostra esclusiva).

EREDI SOPRAVVISSUTI – I nomi che più frequentemente si avvicinano al ruolo di futuro portiere dell’Inter sono ormai sempre due. Da una parte Juan Musso, 27enne estremo difensore dell’Udinese; dall’altra Alex Meret, classe 1997 e prossimo avversario dei nerazzurri col Napoli (domenica alle 20.45). Entrambi i nomi si trovano da tempo sui taccuini dell’Inter, che però non ha mai imbastito trattative. Favorendo così le avversarie e rischiando di dover ricorrere a un’asta per chiudere l’acquisto: è ad esempio il caso di Musso, che piace moltissimo alla Roma. Con ogni probabilità il portiere argentino firmerebbe subito per l’Inter, dove ritroverebbe l’ex compagno Lautaro Martinez. L’italiano, invece, vuole garanzie di titolarità che in questo momento Gennaro Gattuso non riesce a dargli.

IN SECONDO PIANO – Se si esclude Achraf Hakimi, negli ultimi anni l’Inter non ha abituato i tifosi a trattative improvvise e sorprendenti. Viene quindi facile pensare che il nome del futuro numero uno uscirà proprio dal ballottaggio qui sopra. Con buona pace di altri nomi, in primis quello di Alessio Cragno. Il portiere del Cagliari (27 anni quest’anno) è indietro nelle preferenze dei nerazzurri, che tuttavia monitorano attentamente la situazione dei sardi. L’eventuale retrocessione a fine anno, infatti, potrebbe portare sul mercato diverse offerte a prezzo di saldo. Da vedere poi quanto credito troveranno le voci circa l’interesse dell’Inter per Ugurcan Cakir del Trabzonspor.

IN CASA – Difficilmente quindi l’erede di Handanovic è tra coloro che già vestono la maglia dell’Inter. Anche il contratto di Daniele Padelli scade a giugno: nel caso arrivi un nuovo portiere, l’italiano classe 1985 lascerà con ogni probabilità i nerazzurri. E Ionut Radu? Il romeno cresciuto nel vivaio nerazzurro non è riuscito a trovare minuti in questa stagione. E sembra che nessuno a Milano veda in lui il futuro numero 1. Si accontenterà di rimanere (ancora) come secondo portiere, senza più il mostro sacro sloveno davanti?

ESCLUSIVA IN – Zuberbuhler: «Handanovic fantastico ma all’Inter serve l’erede»

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh