Esuberi Inter in attesa di cessione: 2 andati via, ne restano ancora 10 (5+5)

Articolo di
5 agosto 2019, 23:21
Icardi Miranda Genoa-Inter

L’Inter da settimane cerca di snellire la rosa di Conte piazzando qua e là gli esuberi rimasti ancora ad Appiano, eppure la situazione va a rilento: da dodici si è scesi a dieci, divisi in due tipologie diverse da cinque elementi di troppo

DUE ADDII ANNUNCIATI – Poco più dieci giorni fa la situazione grottesca degli esuberi di casa Inter permetteva di contarne 12 (vedi articolo), di cui 7 in attesa di conoscere a breve il proprio futuro e 5 per ora condizionati al verificarsi di determinate situazioni, vale a dire in uscita solo se sostituiti numericamente come innesti di qualità. In questi giorni l’Inter ha lavorato solo in uscita, piazzando i primi due dei sette esclusi a prescindere da Antonio Conte: si tratta di Joao Miranda, unitosi al Jiangsu Suning dopo aver rescisso consensualmente il proprio contratto con la società nerazzurra, e Radja Nainggolan, ceduto in prestito secco al Cagliari. Non fanno spazio a nessuno, dato che erano già considerati fuori da ogni lista. Serve un ulteriore sforzo in uscita.

DA SETTE A CINQUE – Ora ne restano da piazzare (almeno) cinque, anzi quattro più il difficilissimo caso Mauro Icardi da provare a sbrogliare in qualche modo entro il 2 settembre per non creare ulteriori disagi ambientali e finanziari. Nei prossimi giorni lasceranno Appiano Gentile anche Joao Mario e gli ormai ex Primavera Federico Dimarco, Samuele Longo e Facundo Colidio, gli ultimi due quasi sicuramente all’estero tra Spagna e Inghilterra. Dopo quella dell’ex capitano, la partenza del centrocampista portoghese è quella più complicata da organizzare: stipendio importante e minusvalenza da evitare, si va verso un prestito oneroso con diritto di riscatto tale da effettuare una plusvalenza tra dodici mesi dopo aver “digerito” un altro anno di ammortamento facendo pagare l’ingaggio all’acquirente, rintracciabile in Francia (Monaco) o Inghilterra (ma il mercato inglese chiude l’8 agosto…). I prossimi giorni faranno capire verso che direzione si andrà.

CINQUE CONDIZIONATI – Erano in stand-by in cinque e, non avendo acquistato nessuno in questi giorni, restano in stand-by in cinque: Dalbert e Ivan Perisic, che potrebbero trovare una squadra entro il 2 settembre, ma anche giocarsi una maglia buona per il ruolo di esterno sinistro qualora Conte fosse costretto a rivedere alcune decisioni dal punto di vista tecnico-tattico; Borja Valero, poco incline a rinunciare al suo ultimo ricco ingaggio da giocatore dell’Inter, pertanto piazzabile più “alla Miranda” o “alla Nainggolan”, niente di utile per le casse dell’Inter; Matteo Politano e George Puscas, il primo possibile merce di scambio in qualche operazione sul suolo nazionale, mentre il secondo oggetto di plusvalenza, ma per ora “bloccato” a Milano per via dell’assenza di centravanti, dato che tocca al solo Sebastiano Esposito portare avanti l’attacco dell’Inter con il rientrato Lautaro Martinez (vedi articolo). Non è facile.

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE