Esuberi Inter, numeri da record: 7 obbligati e 5 per migliorare la rosa di Conte

Articolo di
25 luglio 2019, 22:33
Icardi Nainggolan Inter-Bologna

Quanti giocatori deve cedere l’Inter prima di poterne acquistare uno? Domanda pertinente che mette in evidenza il vero grande problema estivo dell’Inter: la difficoltà di cedere i numerosi esuberi individuati da Conte, ben dodici

ROSA LARGHISSIMA – I motivi di Antonio Conte per lamentarsi dell’immobilità sul mercato, in particolare quello in uscita, sono tanti. Più precisamente dodici: questo è l’assurdo numero che caratterizza gli esuberi dell’Inter, ovvero quei giocatori fuori dal progetto del nuovo tecnico. I dodici esuberi interisti vanno divisi in due macro-categorie: quelli attualmente di troppo che non rientrano neanche nelle rotazioni, quindi ufficialmente in uscita; e quelli momentaneamente in rosa a tappare numericamente delle lacune, ma destinati ad andare via non appena verrà finanziato il mercato in entrata (sono quattro gli acquisti che vuole fare l’Inter, nello specifico un esterno sinistro, una mezzala e due punte). Difficile cederli tutti in appena cinque settimane, ma è necessario dettagliare.

ESUBERI IN USCITA – Dei dodici esuberi, sette non vengono praticamente presi in considerazione da Conte: Joao Miranda in difesa già ampiamente rimpiazzato a Diego Godin; Federico Dimarco sulla fascia sinistra di troppo dopo il cambio di modulo in favore di un altro centrale puro come Alessandro Bastoni; Joao Mario e Radja Nainggolan a centrocampo chiusi dagli arrivi di Stefano Sensi e Nicolò Barella; Samuele Longo, Facundo Colidio e Mauro Icardi in attacco che riescono paradossalmente a essere di troppo nel 3-5-2 pur riconoscendo Conte senza attaccanti.

ESUBERI IN STAND-BY – Gli altri cinque esuberi, invece, per ora sono “bloccati” dalla pochezza della rosa dell’Inter: Dalbert è il vice Kwadwo Asamoah sulla sinistra (ma Conte vuole un esterno mancino a tutta fascia di primo livello); Borja Valero fa le veci di Marcelo Brozovic in cabina di regia, in attesa che questo ruolo venga cucito su Sensi qualora arrivasse una mezzala da gol titolare che panchini Matias Vecino; Matteo Politano è l’alternativa a Lautaro Martinez come seconda punta, ma potrebbe essere sacrificato per finanziare il centravanti di riserva; Ivan Perisic al momento rischia di essere la punta titolare in attesa del grande numero 9 richiesto da Conte che potrebbe costringerlo a partire per non marcire in panchina; e George Puscas completa l’attacco come bomber di scorta, aspettando il doppio colpo promesso da Beppe Marotta.

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE