Mondo Inter

Rezza cambia idea: “Serie A fra un mese? Direi a porte chiuse! Rischio…”

Rezza, direttore del Dipartimento di malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, cambia idea sulla ripresa della Serie A. Dopo aver fatto molto discutere due giorni fa (vedi articolo) ora, intervenuto in collegamento con Sky TG24, apre alle partite a porte chiuse.

IL NUOVO SCENARIOGiovanni Rezza dell’ISS ipotizza la ripresa della Serie A: «È chiaro che se mi chiedete “Può ripartire oggi la Serie A?” come farei a dire di sì? Oggi siamo in lockdown completo. Naturalmente se mi chiedete se fra un mese “Possiamo ripartire?” direi certamente a porte chiuse. È chiaro che va molto minimizzato, reso bassissimo, il rischio, perché nel momento in cui si riapre qualsiasi attività sappiamo che un minimo di rischio in più lo prendiamo. È quello che chiamiamo rischio accettabile: ci sarà da prendere delle misure molto rigide e molto rigorose. Comunque sia non sta a me decidere, ma alla politica. Nel momento in cui decideranno di aprire la Serie A a quello che si potrà fare ci sta pensando la FIGC, con una commissione apposita, per dare delle misure rigorose per far sì che si minimizzi il rischio. Ogni apertura in qualche modo comporta un minimo di rischio, non solo per il campionato ma per qualsiasi altra attività. Ci sono delle modalità per mettere, se non in sicurezza totale, in parziale sicurezza la popolazione».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.