Pedullà: «Raptus Agnelli, sceso per farsi sentire. No tempi da preistoria»

Articolo di
11 Febbraio 2021, 23:41
Alfredo Pedullà Alfredo Pedullà
Condividi questo articolo

A Pedullà non piace che il Giudice Sportivo non abbia menzionato l’episodio (perché non presente nel referto arbitrale) della lite fra Agnelli e Conte. Il giornalista, nel corso di “Sportitalia Mercato” chiede tempi rapidi dalla Procura Federale.

RAPIDITÀAlfredo Pedullà chiede provvedimenti per Andrea Agnelli e Antonio Conte: «I tempi sono veramente da preistoria, certe volte arrivano un anno dopo. Non è che dobbiamo aspettare fino a marzo 2022 per questa cosa. Gli ispettori ci sono: o abbreviamo il rito o non vadano a vedere le partite. Il quarto ufficiale viene convocato? Ma è troppo grave quello che è successo, è una cosa che ha esportato la nostra immagine con due presidenti. Mi aspetto una tempistica che coinvolga la Procura Federale e nel giro di una settimana ne usciamo. Aboliamo gli ispettori! La Procura Federale farà bene il lavoro e risponde domani, ma se se ne riparla dopo due mesi non serve a niente. Agnelli, nel suo raptus, è sceso per farsi sentire. Sono sicuro che si sia pentito, ma è sceso velocemente per far sentire queste cose».




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.