Pavoletti: “Inter forte, ma possiamo attaccarla. Su Nainggolan e Barella…”

Articolo di
10 Dicembre 2020, 19:10
Leonardo Pavoletti Cagliari Leonardo Pavoletti Cagliari
Condividi questo articolo

Intervenuto durante la trasmissione “Il Cagliari in diretta”, su “Radiolina”, l’attaccante rossoblù Leonardo Pavoletti ha iniziato a proiettarsi sulla sfida con l’Inter di domenica alle 12.30.

RITORNO AL MEGLIO – Leonardo Pavoletti, attaccante del Cagliari, domenica potrebbe essere ancora titolare. Questo nonostante il rientro di Giovanni Simeone (vedi articolo): «Se sono carico per l’Inter? Non ho fatto gol domenica, quindi sì. Bella partita col Verona, divertente anche se non abbiamo vinto. C’è lo spirito che mancava da un po’. Abbiamo grande consapevolezza adesso, benzina per la prossima. Con lo Spezia sono tornato dopo tanto tempo, avevo un po’ di ruggine addosso. Col Verona è uscito il vero Pavoletti, adesso mi sento finalmente bene dopo tanta inattività».

SU NAINGGOLAN – Pavoletti parla di Radja Nainggolan e non esclude che il Cagliari torni alla carica a gennaio: «In campo è anche superfluo dirlo, è uno che serve sempre, ti fa alzare l’asticella in tutto. Anche nello spogliatoio. Amava stare qui e si vedeva, aiutava tutti. Vediamo se il presidente Tommaso Giulini a gennaio ci farà il regalo».

GOL ALL’INTER – Pavoletti prosegue sulla partita di domenica, con un ricordo: «In carriera ho fatto tre gol all’Inter. Due col Genoa e uno col Cagliari, tutti in casa. E per di più tutti di piede, una rarità per me”.

AMICO BARELLA – In Cagliari-Inter di domenica, oltre a Nainggolan, sponda nerazzurra ci sarà un altro ex che Pavoletti ricorda: «Sarà bello rivedere Barella, con lui ho legato anche fuori dal campo. So quanto ci tiene a Cagliari e a questa partita, non vedo l’ora di sfidarlo sul campo».

INTER FERITA – Pavoletti chiude soffermandosi sull’avversario: «L’Inter è forte, una squadra di alto livello che punta a vincere il campionato. La mazzata dell’eliminazione dalle coppe non li influenzerà, dovremo affrontare una gara dura. La differenza per l’Inter la farà la personalità. Nei primi minuti se entriamo forti possiamo dargli fastidio se hanno preso la botta psicologica. Però magari ci aggrediscono loro perché sono campioni».




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.