Focus

Inter, il valore di Correa (e non solo) a bilancio indica gli errori da non ripetere

L’Inter approva il bilancio 2021/22 (qui il comunicato), in cui è presente anche il valore ufficiale di Joaquin Correa e di altri recenti acquisti nerazzurri. Cifre che segnano errori da non ripetere.

ULTIMI ACQUISTI – Negli ultimi diciotto mesi, la società Inter è stata accusata di non investire a sufficienza nel mercato. Ma guardando al bilancio 2021/22, approvato ieri dall’Assemblea degli Azionisti, questo falso mito si può agilmente smontare. Leggendo infatti i prezzi dei cartellini degli ultimi acquisti, la somma complessiva ammonta a 108,5 milioni di euro (qui tutte le cifre). E a rappresentare un terzo di questa cifra è il cartellino di Joaquin Correa. Seguono poi le cifre dei cartellini di Robin Gosens (27,45 milioni) e Zinho Vanheusden (16,2 milioni). Pertanto il dibattito dovrebbe forse spostarsi dall’aspetto quantitativo (quanti soldi spende l’Inter sul mercato) a quello qualitativo (come vengono spesi).

OPERAZIONE IN PERDITA – Partiamo da Joaquin Correa. Ad oggi, la carriera dell’argentino con l’Inter non può dirsi pienamente positiva. E questo proprio alla luce delle difficoltà economiche della società. In poco più di un anno a Milano, il Tucu ha 50 presenze in nerazzurro, condite da 8 gol e 5 assist. I minuti giocati? 1.771 in totale, equivalenti alla media di 35 minuti a partita. E non dimentichiamo le 16 partite saltate finora per infortunio. Una panoramica sintetica che però dice molto su come l’acquisto di Correa non stia ripagando le aspettative. Né sportive, né tantomeno economiche.

Inter, spese non da ridurre ma da ottimizzare

MAGGIOR EFFICIENZA – Nemmeno il valore a bilancio di Gosens e Vanheusden gioca a favore dell’operato della società Inter. Quasi 44 milioni di euro spesi per un giocatore che dopo nove mesi deve ancora entrare nelle rotazioni, e per uno tremendamente injury-prone. Nel caso di Vanheusden, pesa ancor di più il fatto che il giovane difensore belga era di proprietà nerazzurra. I 16,2 milioni pagati allo Standard Liegi rappresentano infatti una recompra. Applicata per un giocatore su cui l’Inter non ha mai deciso di investire veramente, e che ora è nuovamente in prestito. Sommando le cifre spese per questi tre calciatori, il totale restituisce oltre 77 milioni di euro. Un importo esageratamente elevato per tre giocatori (anzi due, escludendo Vanheusden) che a malapena fanno parte delle rotazioni di Simone Inzaghi. La dirigenza dovrà decisamente migliorare i propri criteri di valutazione sugli acquisti futuri. Per ottimizzare la spesa sul mercato, investendo su profili fisicamente più integri e in grado di incidere sulle sorti della squadra. Per evitare di spendere nuovamente cifre importanti, che pesano ancor di più sul bilancio a causa della mancata resa in campo.

Correa all’Inter, ecco il prezzo pagato alla Lazio (più del previsto). Segue Gosens

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

Abbiamo notato che sta usando un AdBlocker. INTER-NEWS.IT sostiene spese ingenti di personale, infrastrutture tecnologiche e altro e disabilitando la pubblicità ci impedisci di guadagnare il necessario per continuare a tenerti aggiornato con le notizie sull\'Inter. Per favore inserisici il nostro sito nella tua lista di esclusione del tuo AdBlocker.

Grazie.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock