Inter, c’è un nuovo Godin in città: ora è pronto per guidare la difesa?

Articolo di
27 Luglio 2020, 10:15
Condividi questo articolo

Diego Godin per tutta la stagione è stato al centro delle discussioni del mondo Inter. Il difensore nelle ultime gare sembra aver trovato una svolta personale per presenza e rendimento.

CAMBIAMENTO – Nelle ultime partite in casa Inter lo status di Godin è evidentemente cambiato. Dell’uruguaiano si è parlato tanto, tantissimo, forse troppo per tutta la stagione. Con voci di addio cominciate praticamente subito. Troppe infatti le difficoltà ad adeguarsi al sistema di Conte, così tanto diverso da quello a cui è sempre stato abituato tra Atletico Madrid e Uruguay. Ma il numero 2 non si è mai lamentato, ha lavorato con applicazione. E ora si vede qualcosa di diverso.

SVOLTA IN CAMPO – Qualcosa è cambiato, dicevamo, dalla partita col Verona. Godin ha giocato da titolare in quella e poi con Torino, Fiorentina e Genoa. Cambiando compagni di reparto e spostandosi a destra e a sinistra della difesa a tre. Il suo rendimento però non è mai cambiato. Mai lo si è visto così a suo agio a giocare nel modulo di Conte, sia nella gestione dello spazio che in quella della palla. La sua media passaggi a gara è salita fino a quasi 50 (49,8, quarta più alta di tutta la squadra) e in queste 4 gare è sempre andato oltre i 72 tocchi di palla (record 78 contro il Torino, con 61 passaggi). In più nelle partite in cui non è stato sostituito è sempre finito sul podio dei giocatori con più km percorsi. E in questa statistica di media è il secondo tra i difensori nerazzurri. Forse non a caso contro il Torino è arrivato anche il suo primo gol nerazzurro.

NUOVA GUIDA – I numeri restituiscono un Godin più sicuro, più padrone del modulo, dei suoi tempi e spazi. E questo porta a vedere un giocatore decisamente più efficace, pronto a far percepire la sua famosa leadership. Attorno a lui sono cambiati spesso i compagni, ma il suo rendimento è rimasto alto. Non è mai sembrato perso o in balia degli eventi, come capitato altre volte in stagione. Il numero 2 insomma sembra ora una guida per la difesa di Conte. Una notizia da non sottovalutare.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.