CalciomercatoPrimo Piano

Kanté complicato, Seri accostato all’Inter a che pro? Conte ha idee chiare

Kanté è il costosissimo sogno di mercato di Conte per il centrocampo nerazzurro. Operazione fin troppo complicata, a tal punto che l’Inter sta valutando piani alternativi. L’ultimo vedrebbe coinvolto addirittura l’ivoriano Seri. Analizziamo meglio il tutto

ALTRO GIRO, ALTRA CORSA – “Ci son cascato di nuovo” cantava Achille Lauro a Sanremo prima dello scoppio del Covid-19. E da quel giorno anche il calciomercato non è più lo stesso. Jean Michael Seri è solo l’ultimo di una lunga serie di centrocampisti accostati all’Inter per motivi ancora tutti da scoprire. O meglio, i motivi si sanno, ma vale davvero la pena esprimerli? Molto semplicemente, da tempo è passata la linea “editoriale” secondo cui Antonio Conte abbia richiesto un centrocampista con determinate caratteristiche. E quel nome è uno e solo uno: N’Golo Kanté, come già dettagliato settimane fa (vedi articolo). Nel frattempo sono stati accostati all’Inter centrocampisti con caratteristiche tecnico-tattiche di ogni tipo ma una sola in comune: il colore della pelle. Come quello di Kanté. Situazione imbarazzante a livello contenutistico che, appunto, non vale la pena approfondire. Seri è solo l’ultimo dell’elenco, anche se quello più “sensato” per certi versi.

L’IDEA TATTICA DI CONTE – La situazione di Seri è piuttosto banale. Si tratta di un profilo di centrocampista senza alcun dubbio avvicinabile a quello di Kanté, che nel suo ruolo è il numero uno in circolazione. Ed è perfino un giocatore esperto (coetaneo del francese in forza al Chelsea) ma in uscita dal Fulham. Quindi acquistabile in prestito o comunque a prezzi più accessibili rispetto ad altri. Serve all’Inter di Conte? No, perché non è Kanté. Il classe ’91 ivoriano è la versione senza margini di miglioramento di Nicolo Barella, che invece potrebbe ancora crescere ispirandosi proprio al fuoriclasse del Chelsea. Il fatto che Seri possa davvero essere trattato dall’Inter può essere confermato o smentito in qualsiasi momento a questo punto del mercato, ma di certo non andrebbe ad aggiungere nulla. Anzi, semmai rischierebbe di allungare la panchina, perché se non esce Marcelo Brozovic non si creeranno i presupposti di titolarità. Nel frattempo Conte continua ad aspettare Arturo Vidal da Barcellona, sognando (invano?) Kanté. Seri piano B forzatissimo, oggi.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.