Primo Piano

Marotta: “Danno notevole all’Inter, spero non irreparabile! VAR? Deluso da…”

Giuseppe “Beppe” Marotta – intervistato a margine del Premio Internazionale “Giacinto Facchetti – Il bello del calcio” – torna sull’episodio arbitrale che ha deciso Fiorentina-Inter e quindi sull’errato utilizzo del VAR da parte dell’arbitro Abisso

ERRORE GRAVE – Tocca a Beppe Marotta parlare nel giorno dopo lo scandalo di Firenze, in cui l’Inter è stata derubata di due punti a causa di una scelta arbitrale scellerata: «Abbiamo subìto un danno notevole, che speriamo non sia irreparabile nell’economia di questa stagione, perché sarebbe molto grave. Si tratta di una cosa successa nell’epilogo della gara, quindi è diverso da un torto subìto al quinto minuto del primo tempo quando ci sono tanti minuti da giocare, la partita aveva già preso una china chiara e definita. Questa vale come premessa. Il grande rammarico che ho come dirigente di calcio è che noi come Federazione abbiamo investito molto in questo strumento, affinché diventasse utile se messo a disposizione della classe arbitrale non per debellare ed eliminare tutti gli errori, ma per ridurli. L’uso del VAR dev’essere scrupoloso e razionale, davanti a una situazione del genere, dove si confonde la soggettività con l’oggettività, rimango basito e deluso dopo lo sforzo fatto per introdurlo».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh