Primo Piano

Berni scherza: «Salutai Conte dispiaciuto dicendogli che l’Inter avrebbe vinto»

Berni – ex portiere dell’Inter -, intervenuto come ospite a “Pomeriggio Sky Sport 24” su Sky Sport 24, parla del suo passato ma soprattutto presente. E di quello nerazzurro, soffermandosi sull’ex tecnico Conte, sull’ex capitano Handanovic e… Meret

ADDIO FELICE – Parlare di carriera finita a Tommaso Berni fa ancora male: «Al momento sì! Speravo di avere ancora qualche possibilità, ma l’età è una bella mazzata (ride, ndr). Credo non avrò più la possibilità di giocare e al momento faccio il papà. Ad Appiano Gentile durante gli allenamenti non sentivamo i tifosi perché il mister si fa sentire abbastanza forte ed eravamo abbastanza belli concentrati sul campo (ride, ndr). Antonio Conte è un professionista esemplare. Un allenatore che riesce a ricavare il meglio da ogni calciatore. Ha un carisma fortissimo. Si vede, ogni anno fa fare passi in avanti ai calciatori e alla squadra. L’ho salutato alla fine della scorsa stagione dicendogli che mi dispiaceva perché quest’anno avrebbe iniziato a vincere (sorride, ndr). Ma sono contento per loro. Quest’anno arrivano i frutti del lavoro fatto finora. Già con Luciano Spalletti, e poi con Conte, si trovavano le soluzioni migliori per limitare i migliori avversari».

NUMERO UNO – Se Berni non è riuscito a giocare nemmeno un minuto con la maglia numero 46 dell’Inter un motivo è anche il titolare nerazzurro nei suoi anni: «La maglia di Samir Handanovic ce l’ho e me la tengo bella stretta. Non ho mai avuto minimo dubbio su Samir. Può capitare una disattenzione. Nei sei anni in cui sono stato con lui all’Inter è sempre stato determinante in ogni partita ma anche prima. Ha una costanza di rendimento altissimo. Può succedere un errore. Purtroppo nel ruolo del portiere, se capita l’incertezza, si paga a caro prezzo. Handanovic sta dimostrando ancora il suo valore. Non sarà facile da sostituire tra diversi anni un numero uno come Samir. È sempre stato un argomento che abbiamo cercato di mantenere bello vivo l’obiettivo di riuscire a centrare vittorie e traguardi importanti come sta succedendo quest’anno, grazie all’avvicinamento verso lo Scudetto. E l’anno scorso con la finale di Europa League. Nello spogliatoio si menziona spesso».

PROSSIMA PARTITA – Inoltre, Berni parla di Napoli-Inter focalizzandosi sul ruolo che conosce meglio: «Per un portiere, giocare un tot di partite e poi essere sostituito, non è mai semplice. Ho seguito molto il Napoli in questa stagione, entrambi i portieri hanno fatto molto bene. Ma contro l’Inter il Napoli sarà in buone mani. Alex Meret (vedi articolo) lo reputo un grande portiere con un grande futuro davanti».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh