Mondo Inter

Borghi: “Lautaro Martinez? Non si discute. Mercato? Lui esemplare…”

Lautaro Martinez viene considerato da più parti come il peggiore in campo di Napoli-Inter. Secondo molti addetti del settore la colpa è del mercato: l’interesse del Barcellona per il Toro dell’Inter è forte. Tuttavia il telecronista Stefano Borghi, attraverso il suo canale YouTube, prende le difese del numero 10 nerazzurro.

ASPETTATIVE ALTE – Le aspettative che circondano Lautaro Martinez sono alte. Sia perché è alla sua prima stagione da titolare, con la maglia numero 10 dell’Inter. Sia perché il suo bottino personale dice 16 gol nelle prime 26 partite. Un rendimento straordinario per il 23enne argentino, che ora deve affrontare nuove responsabilità. Il commento di Stefano Borghi«Lautaro Martinez rimane comunque un giocatore giovane. Un giocatore già svezzato, un giocatore già stabilizzato e presente a livelli secondo me incontestabili. Questo porta onori, ma anche oneri. Perché chiaramente quando arrivi ad essere un giocatore decisivo  allora poi è normale che le aspettative siano alte ,che i riflettori siano sempre puntati».

INDISCUTIBILE – Il rendimento di Lautaro Martinez nella prima parte di stagione lo pone al di sopra di ogni critica, secondo Borghi. Le sue parole: «I riscontri dati da Lautaro Martinez sono indiscutibili. Chi oggi lo indica come uno che ha fatto bene tre mesi e che non è poi tutto questo fuoriclasse, a mio modo di vedere parla in modo superficiale, perché le dimostrazioni le ha date».

MERCATO – Borghi allontana anche le voci di mercato sull’interesse del Barcellona: «Io credo che il suo comportamento, almeno da quello che è filtrato pubblicamente, sia stato un comportamento esemplare. Non ha mai parlato, non si è mai esposto. Da quelle che sono le notizie che ci vengono riportate, non ha mai cercato di velocizzare questo tipo di operazione. O di dichiararsi apertamente in uscita dall’Inter e di voler andare a Barcellona».

COMPRENSIBILE – Infine, Borghi torna sulla prova di Lautaro Martinez in Napoli-Inter: «Ho visto un giocatore che non è riuscito ad incidere pienamente. E ripeto,credo che sia assolutamente ingiusto, troppo severo andare a scatenare un polverone per una prestazione negativa dopo tre mesi di inattività. In una partita comunque difficile. Una partita in cui il Napoli con i suoi difensori centrali ha fatto un’ottima prova».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button