Interviste

Sarri: «Anche l’anno scorso con l’Inter di alto livello. Non ho capito l’arbitro»

Sarri, nonostante la vittoria per 3-1 in Lazio-Inter, riesce a lamentarsi per l’arbitraggio (vedi moviola). L’allenatore biancoceleste ha commentato il successo in conferenza stampa.

CONFERENZA SARRI – Questa la conferenza stampa di Maurizio Sarri nel post partita di Lazio-Inter.

Cosa la soddisfa di più di stasera?

La squadra, quando ha dovuto subire, lo ha fatto con ordine e questa nelle partite è sempre una grande qualità.

Come giudica il sorteggio di Europa League?

Al sorteggio di Europa League non ho ancora pensato, a parte il Feyenoord che conosco un po’ di più. Ci penseremo quando sarà il momento, ora dobbiamo iniziare a preparare la gara di Genova, che non sarà semplice.

Come si gestisce una vittoria del genere?

Ci stiamo dando l’obiettivo della continuità, dobbiamo gestire al meglio le prossime ore. Il risultato di oggi deve darci inerzia positiva.

Un giudizio di Sarri su Felipe Anderson e Cancellieri.

Felipe Anderson è tanto che sta facendo bene, spesso viene giudicato per i numeri offensivi ma è cresciuto in continuità di impegno in campo, dà una grande mano alla squadra. Avevo inserito Cancellieri perché pensavo che potesse darci una mano con la corsa ma entrata troppo dentro al campo ma non riuscivo a farmi sentire.

Se l’è presa molto con l’arbitro.

Non ho capito molto il metro di direzione da parte dell’arbitro. Abbiamo preso il giallo al primo fallo commesso, il rigore era da fischiare senza attendere il VAR, Immobile è stato messo giù al limite e non c’è stato nulla. Abbiamo avuto la riunione con l’arbitro che è venuto a spiegarci il nuovo regolamento e abbiamo promesso di essere più buoni.

Testa subito alla Sampdoria?

Si torna al calcio usa e getta, si giocherà ogni tre giorni quindi non c’è tempo per la soddisfazione per questa vittoria. Anche lo scorso anno abbiamo disputato partite di alto livello, con Inter e Roma in casa così come a Firenze. Vedremo se quest’anno saremo più continui, la scorsa stagione abbiamo perso diverse partite senza giocare. I segnali ci sono, i ragazzi mettono grande abnegazione.

Sarri, con l’ingresso di Luis Alberto ha voluto dare un segnale?

Luis Alberto è entrato con un’abnegazione feroce, si leggeva negli occhi. Stava facendo bene già prima del gol. La voglia di vincere era tanta quindi eravamo anche disposti a rischiare. Siamo diventati più ordinati dal punto di vista tattico e mentale, sembra sia in crescita la possibilità di superare indenni le difficoltà delle partite ma io voglio continuità.

Fonte: sslazio.it

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

Abbiamo notato che sta usando un AdBlocker. INTER-NEWS.IT sostiene spese ingenti di personale, infrastrutture tecnologiche e altro e disabilitando la pubblicità ci impedisci di guadagnare il necessario per continuare a tenerti aggiornato con le notizie sull\'Inter. Per favore inserisici il nostro sito nella tua lista di esclusione del tuo AdBlocker.

Grazie.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock