IntervistePrimo Piano

Conte: “Per essere competitivi le grandi gestiscono. Noi no tre volte”

Conte ha parlato in conferenza all’Olimpico dopo aver perso la prima gara in Serie A nel 2020, Lazio-Inter. Queste le risposte date dal tecnico nerazzurro ai giornalisti presenti in sala stampa dopo il 2-1 di stasera.

CONFERENZA CONTE – Questa la conferenza stampa di Antonio Conte nel post partita di Lazio-Inter.

C’è un problema di gestione fra primo e secondo tempo?

Le partite, se vogliamo pensare in grande ed essere grandi, e secondo me oggi non lo siamo e dobbiamo comunque lavorare, le devi gestire. Invece, fin dall’inizio, si è vista un po’ di frenesia, un po’ di irrequietezza.

L’Inter oggi ha perso la seconda partita. C’è una correlazione fra le prestazioni negative di Brozovic e della squadra? È orgoglioso che due outsider come Lazio e Inter siano lì a lottare?

Io penso che il livello del campionato si sia elevato in maniera importante rispetto agli anni precedenti. Oggi trovi tante squadre dove fai fatica, ti portano via energie mentali e punti. Questo va a vantaggio del campionato, che negli ultimi anni non c’è grandissimo interesse. Dobbiamo cercare di continuare a lavorare, si è iniziato un percorso di crescita. Abbiamo il dovere e dobbiamo migliorare singolarmente, perché migliorando singolarmente miglioriamo la qualità della squadra. Al tempo stesso dobbiamo migliorare in questo tipo di situazioni: dobbiamo essere più bravi a gestire la situazione. A volte la situazione ti gestisce: è successo nel secondo tempo, a Barcellona e a Dortmund. Se pensiamo in grande e abbiamo l’ambizione, negli anni futuri, di essere competitivi la grande squadra gestisce la situazione. Poi puoi perdere la partita, ma la grande squadra gestisce. Noi abbiamo peccato: abbiamo fatto due regali a una squadra forte. Complimenti alla Lazio, perché tanto di cappello.

Cos’è mancato oggi, secondo Conte?

Ne ho parlato anche con i ragazzi: sinceramente non posso essere arrabbiato con loro. Posso essere arrabbiato con la squadra se non hanno il giusto atteggiamento, o se non danno il 100%. Anche l’ultima goccia di sudore oggi l’hanno messa in campo all’Olimpico, detto questo da allenatore devo fare delle valutazioni e ci sono dei momenti che non vanno. Nel secondo tempo non siamo entrati col piglio, la palla era già diventata più pesante. Questo noi lo dobbiamo migliorare, perché dobbiamo essere padroni della situazione. Una squadra importante deve esserlo sempre, gli eventi non devono condizionare la prestazione. Noi dobbiamo condizionare gli eventi, su questo possiamo migliorare.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.