Analisi tatticaPrimo Piano

Inter-Salernitana (2-0): Inzaghi trova un nuovo asse di gioco senza Brozovic-Lukaku

Inter-Salernitana non è un passeggiata ma poco ci manca. Il gol di Lautaro Martinez in apertura aiuta molto la squadra di Inzaghi a contenere gli ospiti, poi il raddoppio di Barella nella ripresa chiude i giochi anzitempo. Ed evita anche un inutile spreco di preziose energie. Una buona prestazione, nonostante le assenze dei titolarissimi Brozovic e Lukaku, che può sicuramente far felice Inzaghi. Di seguito l’analisi tattica di Inter-Salernitana in Serie A

Pre-Game Analysis: il modulo e le scelte di Inzaghi

FORMAZIONE – Ecco il 3-5-2 di partenza dell’Inter scelto da Simone Inzaghi per affrontare la Salernitana in Serie A: 24 Onana; 37 Skriniar ©, 6 de Vrij, 15 Acerbi; 2 Dumfries, 23 Barella, 20 Calhanoglu, 22 Mkhitaryan, 32 F. Dimarco; 9 Dzeko, 10 Lautaro Martinez.

In-Game Analysis: sviluppo e lettura di Inter-Salernitana

HIGHLIGHTS – Nel primo tempo, al 14′ Lautaro Martinez riceve da Barella, controlla e scarica un diagonale destro da fuori area che si deposita nell’angolino alle spalle di Sepe (1-0). Nella ripresa, al 58′ si accende Calhanoglu, che recupera palla e lancia Barella, bravissimo nel controllare di destro e dribblare di sinistro prima di superare il portiere granata proprio con il mancino (2-0).

SOSTITUZIONI – Al 63′, sul risultato di 2-0, arriva il primo cambio di Inzaghi: fuori Dimarco, dentro Gosens. Staffetta obbligata sulla fascia sinistra dopo i crampi che costringono l’italiano a uscire anzitempo. Al 73′ primo doppio cambio nerazzurro: fuori Mkhitaryan e Dzeko, dentro Asllani e Correa. L’albanese si piazza in cabina di regia davanti alla difesa facendo scalare Calhanoglu nel ruolo di mezzala sinistra mentre l’argentino si posiziona alla sinistra del connazionale Lautaro Martinez. Infine, ll’89′ ecco il secondo e ultimo doppio cambio dell’Inter: fuori Dumfries e Calhanoglu, dentro Bellanova e Darmian. Staffetta anche sulla fascia destra ma la curiosità è il numero 36 mezzala destra con Barella che nel finale si sposta sul centro-sinistra.

Player Analysis: focus sul singolo nerazzurro

TOP – Altra prestazione magistrale in un ruolo solo apparentemente non suo: Calhanoglu (vedi pagelle di Inter-Salernitana). Il centrocampista turco sveste i panni della mezzala per imporsi davanti alla difesa. L’assenza di Brozovic probabilmente non fa bene all’Inter di Inzaghi ma la presenza di Calhanoglu, in quel ruolo, la limita alla grande. E per certi versi ne ottimizza le prestazioni. La stagione fin qui sottotono del croato – al momento fuori per infortunio – è un buon motivo per (ri)valutare il numero 20 in cabina di regia. Promosso sia per qualità sia per quantità, anche Barella e Mkhitaryan ai suoi lati ringraziano (e si esaltano, aiutandolo). Completo.

Post-Game Analysis: considerazioni finali su Inter-Salernitana

COMMENTO – Che l’Inter faccia la partita a San Siro contro la Salernitana è scontato. Forse è meno scontato che lo faccia senza problemi nonostante le fatiche internazionali della settimana. La difesa ritrova solidità nonostante un paio di passaggi a vuoto dei centrali intoccabili. Le novità Onana e Acerbi effettivamente aiutano non poco ad alzare il livello. A centrocampo non pesa l’assenza di Brozovic per i motivi sopracitati. E in attacco, sebbene Lukaku possa fare senza dubbio comodo, la coppia Dzeko-Lautaro Martinez smette di pestarsi in piedi, migliorando non poco la coralità del gioco. Non è la coppia offensiva meglio assortita, eppure tra i movimenti in fase di finalizzazione e sacrifici in fase di ripiegamento i limiti visti finora possono essere ignorati per una domenica. Non è ancora l’Inter più bella né la migliore possibile ma una certezza c’è: perso l’asse centrale Brozovic-Lukaku, Inzaghi ha saputo riadattarsi. I lanci di Onana e Calhanoglu valgono come nuova doppia fonte di gioco. I terzi e le mezzali crescono di partita in partita nella doppia fase. Da ottimizzare la produzione sulle fasce: la spinta non manca, la giocata finale vincente (conclusioni e cross pericolosi) sì. In Inter-Salernitana la notizia è presto servita: Brozovic e Lukaku potranno tornare titolari solo se al 100%, perché l’Inter di Inzaghi adesso ha nuove certezze su cui fondarsi. Ed è un piano B tattico obbligato ma interessante.

OSSERVAZIONE – Criticare l’operato di Inzaghi è ormai diventato hobby comune. Farlo preventivamente, prima ancora che la sua Inter scenda in campo, è forse la massima espressione di malafede nei confronti dell’attuale tecnico nerazzurro. Le scelte di formazione fanno rumore solo finché non inizia Inter-Salernitana. Niente turnover, perché le rotazioni possono essere posticipate vista la “distanza” temporale dalla trasferta di Firenze (vedi focus). Giusto così. Poi tutti zitti, perché è palese che la preparazione della partita fatta da Inzaghi sia quella giusta. L’1-0 arriva subito e il 2-0 manca solo per la solita imprecisione sotto porta. Del resto, senza Lukaku da fine agosto, è l’Inter di un anno fa ma senza neppure il jolly Sanchez. Il raddoppio arriva nella ripresa, poi calano i ritmi e i tre punti possono già in saccoccia. Manca solo il triplice fischio finale, che arriva senza altri problemi in mezzo. La reazione nerazzurra dopo i troppi passi falsi di inizio stagione è arrivata: Inzaghi in questo periodo delicato non può fare miracoli ma limitare i danni senza cercare inutili alibi sì. E da due settimane lo sta facendo bene.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

Abbiamo notato che sta usando un AdBlocker. INTER-NEWS.IT sostiene spese ingenti di personale, infrastrutture tecnologiche e altro e disabilitando la pubblicità ci impedisci di guadagnare il necessario per continuare a tenerti aggiornato con le notizie sull\'Inter. Per favore inserisici il nostro sito nella tua lista di esclusione del tuo AdBlocker.

Grazie.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock