PagellePrimo Piano

Inter-Salernitana, pagelle: Calhanoglu incanta, Barella e Lautaro 7.5! Una sola stecca

Inter-Salernitana termina 2-0. Un gol per tempo permette alla squadra di Inzaghi di ottenere tre punti casalinghi non scontati dopo Barcellona. Il migliore in campo è Calhanoglu, che si conferma al pari dei due marcatori. Non raggiunge la sufficienza piena il solo Dzeko, ché (ri)manca l’appuntamento con il gol. Di seguito le pagelle di Inter-Salernitana in Serie A

ANDRÉ ONANA 6.5 – Sempre attivo tra i pali e fuori. Risorsa nei lanci lunghi e non manca un brivido regalato a San Siro nell’impostazione dal basso. Bravo su Piatek nel primo tempo, si conferma sulla punizione di Daniliuc nella ripresa. Addormenta il gioco nel finale, quando le punte della Salernitana hanno perfino paura di pressarlo. Clean sheet importante. Attento.

Inter-Salernitana, pagelle – DIFESA

MILAN SKRINIAR 6 – Il più distratto dietro e anche quello che fa più errori in appoggio. Prova a riscattarsi davanti con il colpo di testa respinto da Sepe in allungamento. Va meglio nella ripresa nella gestione del doppio vantaggio ma non è ancora ai suoi livelli. Appena sufficiente.

STEFAN DE VRIJ 6.5 – Nessun problema nel primo tempo, si perde Dia a inizio ripresa ma Onana non rischia e si rifugia in corner. Dormita pericolosa. Gli attaccanti della Salernitana, comunque, non gli fanno mai solletico e di conseguenza è un aiuto per l’olandese.

FRANCESCO ACERBI 7 – Dalle sue parti non si passa. Eppure la Salernitana attacca principalmente da lì. Che giochi in mezzo o da terzo sinistro come oggi, è una garanzia. Non serve aggiungere altro se non banali complimenti per la professionalità mostrata finora.

Inter-Salernitana, pagelle – CENTROCAMPO

DENZEL DUMFRIES 6 – Altra prestazione in scia alle ultime. Tanta corsa, tanti errori. Un pericolo pubblico per chi deve difendere sulla propria fascia sinistra ma un problema pure per i compagni quando la palla non arriva. Valore aggiunto per i falli che riceve, se solo glieli fischiassero…

– Dal 89′ RAOUL BELLANOVA SV – Passerella finale a San Siro. Ormai sarà anche abituato…

NICOLÒ BARELLA 7.5 – Il gol e la prestazione del Camp Nou hanno risvegliato la mezzala tuttofare che tutti conosciamo. Corre e ruba palla ma manda anche in porta Dzeko, che spreca. Così decide di fare tutto solo sul suggerimento di Calhanoglu: il 2-0 è una perla. Rinato?

HAKAN CALHANOGLU 8 – Da regista davanti alla difesa si sta imponendo partita dopo partita. Un po’ mediano, un po’ costrutture. E l’azione da cui nasce l’assist per il gol di Barella riassume alla perfezione l’eccezionale lavoro del numero 20 turco in mezzo al campo: il meraviglioso lancio strappa applausi, il capolavoro è come crea i presupposti per farlo. Essenziale. Il migliore.

– Dal 89′ MATTEO DARMIAN SV – Gli toccano solo i minuti di recupero, in pratica. E li gioca addirittura sacrificandosi da mezzala destra. Emozionante a priori nell’essere jolly tuttofare.

HENRIKH MKHITARYAN 7 – La sua partita inizia con un recupero un difesa dopo un errore di Skriniar in appoggio. E continua con tanta qualità e quantità. Leader tecnico-tattico silenzioso.

– Dal 73′ KRISTJAN ASLLANI 6 – Le gambe tremano meno rispetto al Camp Nou ed è comprensibile. Prova a fare del suo meglio davanti alla difesa e proponendosi anche in avanti ma non ha la bacchetta magica. Invoca un rigore che non c’è. Rodaggio perlopiù positivo.

FEDERICO DIMARCO 6 – Pericoloso al cross, ci prova anche su punizione. Dal suo lato arriva più di un attacco firmato Candreva e compagni, però. Esce “solo” per crampi a quanto pare. Meglio.

– Dal 63′ ROBIN GOSENS 6.5 – Subito propositivo e presente sia in fase di copertura sia di spinta. San Siro lo supporta fin dall’ingresso in campo e fa bene: ha bisogno di sentirsi coccolato.

Inter-Salernitana, pagelle – ATTACCO

EDIN DZEKO 5.5 – Solito lavoro straordinario per la squadra ma anche soliti sprechi in zona gol. Troppo lento quando deve battere a rete sul filtrante di Barella: perde l’attimo giusto, sarebbe stato il 2-0 poco dopo la mezz’ora. Si ripete, purtroppo, poco dopo. Sprecone. Il peggiore.

– Dal 73′ JOAQUIN CORREA 6 – Rientra dopo l’infortunio e fa notare i soliti difetti. Da apprezzare la voglia con cui prova almeno a rendersi pericoloso alla ricerca del tris nel finale.

LAUTARO MARTINEZ 7.5 – Al Camp Nou finalmente si è sbloccato e adesso l’Inter può godere del suo Toro argentino anzhe sul tabellino. Bellissimo il gol dalla distanza con cui apre le marcature. La prestazione generosa è ormai un’abitudine, il gol decisivo una riscoperta. Si spegne un po’ nella seconda parte di gara, quando capisce che forse vale la pena risparmiare un po’ di energie nella gestione del risultato. Del resto, senza Lukaku l’attacco è tutto sulle sue spalle…

Il voto in panchina – ALLENATORE

SIMONE INZAGHI 7 – Va controcorrente rinunciando al turnover. E fa bene. La squadra che dà garanzie è questa… con un Acerbi in più rispetto al Camp Nou. Calhanoglu regista sta facendo meglio anche di Brozovic, perché non insistere allora? E infatti il 2-0 gli dà ragione. La rosa è tutt’altro che lunga, pertanto è intelligente nel saper ridurre i rischi. Bene così. Premiato.

Le pagelle degli avversari: la Salernitana di Nicola

SALERNITANA – Sepe 6.5; Gyomber 6, Daniliuc 6, Pirola 6; Candreva 6.5, Lassana Coulibaly 5.5, Kastanos 6 (dal 60′ Valencia 5), Vilhena 6 (dal 76′ Bohinen 5.5), Mazzocchi 6 (dal 82′ Bronn SV); Piatek 5.5 (dal 60′ Bonazzoli 6), Dia 5. All. Nicola 5.5

IN PRECEDENZA – Vedi pagelle di Sassuolo-Inter (Serie A).

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

We have detected that you are using extensions to block ads. Please support us by disabling these ads blocker.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock