Top e Flop di Inter-Napoli: Sensi smarrito, Biraghi anonimo. Due sufficienti

Articolo di
13 Febbraio 2020, 14:39
Sensi
Condividi questo articolo

Inter-Napoli, semifinale di andata di Coppa Italia, si è conclusa con la vittoria degli uomini di Gattuso. I nerazzurri di Conte non riescono a trovare spazi contro un Napoli chiuso e molto organizzato (vedi analisi tattica). Vediamo chi sono i “Top e Flop” del match nell’apposita rubrica

I TOP DELL’INTER

POCHE EMOZIONIInter-Napoli, primo round della doppia semifinale di Coppa Italia, si è chiusa con lo 0-1 degli azzurri. Fabian Ruiz decide il match con un bellissimo gol. I nerazzurri di Antonio Conte sono apparsi lenti, opachi e in difficoltà contro un Napoli organizzato e che ha chiuso tutti gli spazi. Poche occasioni sia da una parte che dall’altra. I Top che abbiamo scelto sono Lautaro Martinez e Christian Eriksen.

LAUTARO – Premesso che la prestazione dell’Inter è stata insufficiente per buona parte del match, tra gli undici di partenza sicuramente Lautaro Martinez è apparso più reattivo, anche perché reduce da due turni di stop forzato per via della squalifica rimediata nella sfida contro il Cagliari. Il ‘Toro’ lotta e cerca di perforare la muraglia azzurra. Ha un paio di occasioni nei primi 45′ che non riesce a sfruttare, nel secondo tempo sforna giocate di qualità ma non incide. Sufficiente.

ERIKSEN – Parte ancora una volta dalla panchina e fa il suo ingresso in campo al 66′ al posto di uno spento Stefano Sensi. La differenza si nota tutta. Eriksen conferma la crescita messa in mostra nel derby di campionato contro il Milan dando ritmo al match e sfornando giocate di buona qualità. Va al tiro un paio di volte ma non riesce ancora a mettere il timbro. La sensazione, però, è che il suo momento stia per arrivare. In rampa di lancio.

I FLOP DELL’INTER

OFF – L’Inter non preme molto sull’acceleratore contro il Napoli, risultando spenta e lenta, soprattutto dopo un derby vinto in modo eclatante. Conte effettua un leggero turnover, anche perché la prossima sfida di campionato è contro la Lazio di Simone Inzaghi. Il tecnico leccese rispolvera Stefano Sensi e Cristiano Biraghi dal 1′. Il risultato è pessimo: sono loro i nostri due Flop.

SENSI – Dov’è finito l’estro di inizio stagione? È questa la domanda che salta in mente guardando Sensi. Il centrocampista contro il Napoli è stato praticamente nullo, in ombra per tutti e 66 i minuti in cui è rimasto in campo. L’ex Sassuolo si nasconde sempre, non prova mai a dare ritmo alle giocate, a dettare i tempi o a trovare il guizzo vincente. Tant’è che quando viene sostituito da Eriksen sembra un altro match. Smarrito.

BIRAGHI – La volontà non manca, la capacità sì. Biraghi si limita al compitino, che spesso risulta insufficiente. La spinta sulla fascia è monca, così come i cross. Fornisce un buon assist a Lautaro Martinez che però spreca. L’esterno ex Fiorentina è troppo prevedibile e le sue prestazioni finiscono spesso nell’anonimato. Inadeguato.

Oltre ai Top e Flop, clicca qui per leggere le nostre pagelle al termine di Inter-Napoli


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer






ALTRE NOTIZIE