Focus

Pinamonti ha perso un anno di calcio giocato ma nell’Inter ha una logica

Pinamonti non ha ancora messo la sua firma sul tabellone nelle poche occasioni avute, eppure sia il suo presente sia il suo futuro con la maglia dell’Inter non sembrano preoccupare così tanto. Conte può ancora ritagliargli uno spazio entro fine stagione

LA QUARTA PUNTA – L’ultima volta che Andrea Pinamonti ha messo un piede su un campo da calcio era il 14 febbraio 2021. Ma letteralmente un piede in campo, visto il suo ingresso a un minuto dalla fine contro la Lazio e l’impossibilità di fare granché. Nell’ultimo mese è scomparso dai radar di Antonio Conte, se non per un’intervista che non è passata inosservata (vedi dichiarazioni). E ciò che dice Conte è esattamente quello che si sta verificando. La maturazione calcistica del 21enne di Cles è strettamente legata a ciò che fa ad Appiano Gentile, dove allenatore, staff tecnico e compagni di squadra sono dei martelli. La partitella in allenamento non sarà come una partita ufficiale contro avversari agguerriti ma ogni seduta a questi livelli è più formativa rispetto alla solita gavetta in provincia, dove non ti fanno giocare con continuità se il cartellino è di proprietà altrui. Il ruolo di quarta punta nell’Inter di Conte finora è stato considerato come quello del dodicesimo in porta ma i risultati in campo giustificano queste scelte legate alla fiducia. Pochi esperimenti, tanta sostanza.

UN ANNO ANDATO – Il classe ’99 ha perso una stagione di calcio giocato e su questo non ci sono dubbi. Un anno intero praticamente. Il ritorno all’Inter non è andato come sarebbe dovuto andare e l’infortunio con la Nazionale Italiana Under-21 ne ha ritardato l’inserimento nel calcio contiano. Nei 7 spezzoni di gara giocati fin qui (5 in Serie A, 1 in Coppa Italia e 1 in Champions League), Pinamonti ha messo insieme un’ora di gioco più recupero. Sommando ogni minimo secondo di prestazione, non arriva ai 90 minuti per poter dire che ha giocato almeno una partita intera. Mancano ancora 11 partite, che potranno essere altrettanti spezzoni o qualcosa in meno. Il numero 99 nerazzurro è a disposizione di Conte, che lo considera in fondo alle gerarchie in attacco ma non esiste una situazione di abbondanza tale da ignorarne l’esistenza. Con Romelu Lukaku sempre diffidato e quindi a rischio squalifica, e l’incognita rappresentata dalle condizioni fisiche di Alexis Sanchez – che oggi parte quasi sullo stesso livello di Lautaro Martinez nelle gerarchie -, Pinamonti potrà ancora provare a dire la sua in questa stagione. Il suo futuro all’Inter verrà rimesso in discussione in estate, sebbene sia meglio avere un prodotto del vivaio in rosa come lui anziché un primavera o addirittura un giocatore in meno nella Lista UEFA. È la logica del talento di casa.

Pinamonti congelato ma non (più) convocato da Conte con l’Inter: le ultime

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button