Interviste

Conte: «Genoa e Parma esami di maturità. Tanta pazienza con Sanchez»

Antonio Conte ha rilasciato queste dichiarazioni, ai microfoni di “Sky Sport”, dopo il triplice fischio di Parma-Inter. Focus sul particolare momento di forma di Alexis Sanchez 

CORAZZATAParma-Inter è terminata 1-2. Antonio Conte ha commentato così la partita, ai microfoni di “Sky Sport”: «Partita sporca stasera? No, è stata giocata bene da ambedue le squadre. Noi abbiamo fatto due gol e creato tante occasioni. Complimenti al Parma: è una squadra che ci ha sempre messo in difficoltà. Hanno un ottimo allenatore e giocatori importanti. Cercavano di giocare sulle seconde palle. Sono stati bravi. Auguro il meglio al Parma, perché mi lega una particolare amicizia con Roberto D’Aversa. Mi sorprende che siano in quella situazione. Genoa e Parma erano esami di maturità. Quando c’è da tirare fuori le unghie bisogna essere bravi. Stiamo migliorando. Sullo 0-2 potevamo fare meglio. Se poi prendi goal, vain in apprensione. Loro sono molto strutturati e hanno iniziato a buttare qualche palla in avanti. Noi abbiamo avuto l’occasione per il terzo goal. Abbraccio con Hakimi? Gli ho preso la testa e detto bravo, era il recupero ed era a pressare. Bravo gli ho detto (ride, ndr). Quella situazione ha portato a termine la partita. Erano tre punti e sono contento per i calciatori. Stanno dimostrando grande applicazione. Stanno aumentando la resilienza. Bene così. Crescita Inter? Sono un  allenatore molto democratico, non regalo niente a nessuno. Loro sanno che abbiamo un’idea. C’è una squadra, il singolo viene dopo e deve essere esaltato dall’organizzazione della squadra. Se vogliono andare d’accordo con me devono fare questo. Hakimi? All’inizio faceva la fase offensiva ma si dimenticava quella difensiva. Ha scaldato la panchina a volte, come altri. Ora sta meritando. E non dimentichiamo che Darmian è stato tra i migliori contro il Genoa».

COMPETIZIONE – Sulla prestazione di Sanchez, Conte ha parlato così: «Ho parlato ieri di lui, non ne devo parlare oggi. Ho detto che è in una condizione in cui non è mai stao. Bravi noi ad avere pazienza con lui e farlo lavorare. Solo il lavoro l’ha riportato a certi livelli. Davanti ha Lautaro Martinez e Romelu, e loro sanno di avere dietro Sanchez. Creare questa situazione per noi è importante. Non dimentichiamo che per un anno siamo andati avanti con Lautaro e Lukaku. Avevamo Esposito, che ora è in B, e quest’anno c’è Pinamonti, che secondo me ha un buonissimo prospetto. Gli serve stare con noi, è a disposizione se ne ho bisogno. Ha tanta strada da fare e ha potenzialità per crescere. Deve utilizzare quest’anno e vedrà che sarà più forte. Lautaro titolare con l’Atalanta? Meglio avere queste scelte. Bisogna guardare tutto. Fino ad ora non ho mai avuto la preoccupazione di poter contare su tutti loro. Mi sono dovuto fare il segno della croce e sperare che nessuno si facesse male. Li vedo tutti coinvolti. L’ultimo pensiero e guardarli in faccia quando scelgo».

FOCALIZZATI – Sull’atteggiamento della sua Inter: «I miei giocatori sanno che quando si perde palla bisogna cercare di recuperarla in 5-6 secondi. Inevitabile che, se dopo una aggressione la squadra avversaria è brava ad eluderci, bisogna riabbassarsi. Prima facevamo una cosa, adesso riusciamo a metterci in attesa e poi partire con la pressione. Durante la partita, loro riescono a riconoscere le situazioni. Prima partivamo in un modo e finivamo nella stessa maniera. Oggi non era semplice. Parma l’abbiamo studiato, aspettavano di spaccarci in due. Quando si fanno le cose, si parla di zone di pressing, si valuta anche la squadra avversaria capendo dove ci possono fare male. Fuga scudetto? Siamo in una buonissima posizione. Rispetto all’anno scorso siamo davanti a tutti. C’è stato un miglioramento. Mancano 13 partite, ma ogni partita è una battaglia. Si possono lasciare punti contro tutti. Abbiamo 13 finali da giocare. Ce la vogliamo giocare con tutti. Dobbiamo fare del nostro meglio. Se saremo in testa alla fine, saremo contenti perché abbiamo fatto dei passi da gigante incredibili».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.