Conte aspetta i regali di Natale dell’Inter: 3 colpi per vincere subito!

Articolo di
23 Dicembre 2019, 22:59
Conte-Marotta-Ausilio
Condividi questo articolo

Conte ha condotto l’Inter al primato in classifica dopo 17 partite nonostante una rosa corta e falcidiata dagli infortuni. Il tecnico nerazzurro, mostro di ambizione, ora si aspetta tre colpi di mercato per provare a vincere già al primo anno del nuovo corso interista

AL MASSIMOAntonio Conte ha portato al massimo i giri del motore della macchina Inter. Il primo posto al pari della Juventus nonostante la differenza di rose, i tanti infortuni e il doppio impegno Champions League ha un valore inestimabile. Il tecnico nerazzurro, dopo i primi mesi della sua avventura interista, si sta convincendo di poter vincere già quest’anno. Ragion per cui ora si aspetta un segnale da parte della società.

RINFORZI INTERNI – Conte è consapevole che i rientri di Alexis Sanchez e Stefano Sensi, oltre a quello di Nicolò Barella, saranno dei veri e propri rinforzi ma chiede di più. Chiede all’Inter di terminare l’ottimo lavoro iniziato in estate, sfruttando l’appendice del mercato invernale. L’Amministratore Delegato Sport Giuseppe Marotta ribadisce in ogni intervista, a ragione, che gennaio è notoriamente mercato di occasioni da cogliere. In questo caso, però, è lecito aspettarsi di più. Nel senso che non basterà rimanere alla finestra fino alla fine della sessione, servirà muoversi in anticipo. Intervenire in maniera mirata per non rischiare una situazione di nuova potenziale emergenza a inizio gennaio.

3 COLPI RAPIDI E MIRATI – Nello specifico, Conte chiede il vice Romelu Lukaku non ottenuto ad agosto insieme a un centrocampista e un esterno sinistro. L’innesto di un nuovo laterale mancino si è reso necessario per i problemi di Kwadwo Asamoah, che hanno costretto Cristiano Biraghi agli straordinari. Ecco perché il profilo di Marcos Alonso, specialista del ruolo e già agli ordini del tecnico leccese al Chelsea sarebbe manna dal cielo. Fisicità, calci piazzati e conoscenza della Serie A. In mezzo al campo, il nome di Conte è sempre stato quello di Arturo Vidal. Il nodo è la cifra richiesta dal Barcellona, sulla formula di trasferimento poi si potrebbe ragionare. Resta però difficile che l’Inter scelga di investire e puntare tanto sul cileno dopo quanto accaduto con Radja Nainggolan. Gli altri nomi sono Rodrigo De Paul, che il Direttore Sportivo Piero Ausilio aveva trattato già l’anno scorso con l’Udinese, e Dejan Kulusevski. Quest’ultimo è apprezzato da tutti all’Inter, che proverà a bloccarlo per la prossima stagione. A gennaio però ci sono troppi incastri a complicare le cose, non tanto la trattativa con l’Atalanta quanto il Parma che non ha intenzione di privarsene ora. Infine la prima punta di scorta. Il nome che può accontentare tutti è Fernando Llorente, che Marotta e Conte conoscono bene. Il “Re Leone” poteva arrivare a parametro zero ad agosto, prima che firmasse per il Napoli. Ora si può provare a rimetterlo sulla strada per la Milano nerazzurra in cambio di Matteo Politano, che non viene considerato nella batteria di attaccanti. La strada alternativa porta a un’altra vecchia conoscenza di Conte, Olivier Giroud del Chelsea.

SEGNALE PER L’AMBIENTE – Tre colpi di questo tipo sarebbero un forte segnale dell’Inter, in vista di cinque mesi da vivere tutti d’un fiato per tornare a vincere. Coppa Italia, Europa League, il sogno Scudetto. Una squadra che aspira a diventare grande non sceglie dove competere, compete e basta. Conte, che all’Inter vuole lasciare un segno riportando il club in albo d’oro, lo sa e non vede l’ora di giocarsi le sue carte nerazzurre nel 2020. In attesa dei (meritati) regali di Natale…


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer






ALTRE NOTIZIE