Pinamonti risorsa per Conte: l’Inter deve prendere subito una decisione

Articolo di
16 Settembre 2020, 00:58
Andrea Pinamonti Inter-Genoa Photo 168215066 © Ettore GriffoniDreamstime.com
Condividi questo articolo

Pinamonti ha la possibilità di tornare all’Inter per completare il pacchetto offensivo di Conte. Il futuro del classe ’99 attualmente in forza al Genoa dipende da tanti fattori, non ultimo quello legato a un mercato che tende a non sbloccarsi

PIANO B – Il futuro di Andrea Pinamonti è arrivato a un bivio. Anzi, il presente. Nei giorni scorsi vi abbiamo raccontato dei dialoghi tra Genoa e Inter, rimandati a tempi migliori (vedi articolo). Adesso ci siamo. L’Inter ha deciso di rispettare la parola data al Genoa oltre un anno fa al fine di riportare l’attaccante classe ’99 a Milano. Per restare? Questo verrà deciso solo nelle prossime ore. Una volta capita la difficoltà di acquistare una quarta punta di esperienza a buon mercato, l’Inter è costretta a valutare il piano alternativo. E Pinamonti rappresenta la prima scelta per almeno tre motivi. Il primo è che ha le caratteristiche ideali per fare da vice di Romelu Lukaku, che può prendere da esempio per crescere dal punto di vista tattico. Non indifferente il secondo, ovvero l’apprezzamento di Antonio Conte nei suoi confronti. Decisivo il terzo, cioè lo status di “prodotto del vivaio interista” che permette alla squadra nerazzurra di allungare la propria rosa nella Lista UEFA per la Champions League. Proprio come l’amico Andrei Radu, tornato a casa per fare da dodicesimo tra i pali. I motivi per credere nella permanenza di Pinamonti all’Inter ci sono tutti.

SITUAZIONE ODIERNA – Certo, se l’Inter entro il 5 ottobre riuscisse a chiudere a sorpresa un’operazione più ambiziosa, in modo da regalare un centravanti di esperienza a Conte, la situazione potrebbe ribaltarsi. I profili di Edin Dzeko (Roma) e Olivier Giroud (Chelsea) sono in cima alla lista dei desideri del tecnico nerazzurro ma troppo lontani dai progetti interisti. In questo caso i motivi sono sia economici sia anagrafici. Il “pacchetto” esperienza rischia di concludersi con Arturo Vidal (Barcellona) dopo Aleksandar Kolarov, già visto in campo contro il Lugano. Tornando a Pinamonti, i rapporti con il Genoa sono ottimi e la “contropartita” che finirà in Liguria è Darian Males, attaccante classe 2001 appena acquistato dal Lucerna e prossimo all’annuncio. Il giovane svizzero per il momento è stato preferito al coetaneo Eddie Salcedo, già ex Genoa, e al classe 2002 Sebastiano Esposito, molto apprezzato ma su cui il Parma mantiene un leggero vantaggio. La posizione favorevole di Pinamonti potrebbe portarlo alla conferma in nerazzurro addirittura in caso di attacco a cinque elementi. Ma l’agente Mino Raiola nelle prossime ore farà presente l’importanza di un progetto tecnico che preveda il suo utilizzo con discreta continuità. Per Conte oggi Pinamonti può essere il vice-Lukaku ideale, domani le carte in tavola potrebbero cambiare. Adesso c’è fretta di prendere una decisione per l’immediato. Il numero 99 ci sarà?


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE