Calciomercato

Kabak prima scelta Inter in caso di addio Skriniar, ma a giugno sarà difficile

L’Inter avrebbe seguito e tentato il colpo Ozan Kabak dallo Schalke 04, in caso di cessione di Milan Skriniar al Tottenham la scorsa estate

CORSA – Queste le parole sul canale Spreaker di “Calciomercato.com” di Fabrizio Romano sul tentativo estivo dell’Inter per Ozan Kabak. «Non solo il Milan lo voleva con forza in estate. Perché i rossoneri hanno certamente fatto sul serio, ma anche l’Inter era iscritta in gran segreto alla corsa per Ozan Kabak, difensore centrale classe 2000 di proprietà dello Schalke 04 per cui c’è stato a fine mercato invernale un blitz del Liverpool che lo ha acquistato in prestito con diritto di riscatto».

IDEALE – Romano prosegue. «Affare ottimo per condizioni e tempistiche, ma i nerazzurri a settembre si sono informati per davvero. L’Inter infatti aveva pensato a Kabak come pedina ideale da tenere bloccata in caso di partenza di Milan Skriniar, all’epoca in trattativa col Tottenham perché pallino storico di Mourinho».

RITORNO – Infine Romano spiega. «Il turco era una prima scelta, ma i nerazzurri hanno chiuso le porte agli Spurs per Skriniar dopo un’offerta che non ha mai superato i 35 milioni di euro, ritenuti pochi. Così l’affare Kabak è sfumato e ora se lo coccola Klopp, un difensore utilissimo su cui il Liverpool avrà il controllo anche a giugno in ottica riscatto. Tornare su di lui sarà difficile, a meno di un rientro allo Schalke».

Fonte: Fabrizio Romano – Calciomercato.com

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.