Di Marzio: “Icardi? Proposta Inter in arrivo! 12/15 mln per cosa? Napoli…”

Articolo di
27 febbraio 2019, 20:22
Gianluca Di Marzio

Gianluca Di Marzio – ospite negli studi della trasmissione “Campo Aperto”, in onda su “Sky Sport 24” – fa il punto sul rinnovo di Mauro Icardi, con l’Inter pronta a presentare la sua proposta nonostante le frizioni delle ultime settimane: la società nerazzurra è pronta a fare la sua mossa, ma i paletti rimangono tali. Di seguito le dichiarazioni del giornalista ed esperto di calciomercato

IPOTESI CLAMOROSA Gianluca Di Marzio fa il punto sul rinnovo di Mauro Icardi, con l’Inter pronta a fare la sua mossa anche per respingere il presunto interesse del Napoli: «Icardi è un giocatore che il Napoli voleva prendere, sarebbe clamoroso però che Aurelio De Laurentiis uscisse da un tipo di filosofia di budget, anche per i suoi migliori giocatori, andando a dare a Icardi 9/10 milioni all’anno, che sarebbero quelli che andrebbe a chiedere a un nuovo club.

SULLA PROPOSTA DELL’INTER – «La proposta dell’Inter? Gliela faranno in questi giorni e sarà intorno ai 6,5 milioni di euro. Perché fanno una proposta visto lo stato attuale delle cose? Innanzitutto è stata fatta un promessa e poi si è sempre detto, ed è vero, che le due cose viaggiano su binari differenti: il contratto non c’entra nulla con la decisione di toglierli la fascia e l’Inter vuole dimostrare di essere una società che non guarda solo alle questioni dello spogliatoio. Siccome sa che c’è un discorso rinnovo, vuole portarlo avanti».

STALLO ICARDI – «Il problema è che Icardi deve far capire cosa vuole fare, perché continua a stare sul lettino. L’Inter non fa nulla, da quel punto di vista non ha una forza diversa: se il giocatore dice che ha dolore, ha dolore. Quindi cosa vuol fare? Perché se non vuole giocare più diventa un problema. Fare così non porta a nulla, serve buon senso sia da una parte che dall’altra: da parte dell’Inter arriverà la proposta di rinnovo».

OFFERTA CONGRUA – «Cosa succede se l’offerta è bassa? Vero che non aiuterebbe, ma c’è da capire se un’offerta da 7 milioni di euro sia da considerare bassa nell’attuale Serie A. Secondo me adesso è un ingaggio che si dà a un attaccante che ha fatto vedere quei numeri, Paulo Dybala prende quelli per fare un esempio. Se poi si presenta una squadra pronta a offrire 110 milioni di euro per Icardi, allora l’Inter propone un ingaggio diverso ma finora nessuno ha fatto un’offerta reale per lui e quindi perché l’Inter dovrebbe dargli 12/15 milioni?».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE