Spalletti: “Ranocchia punta? Mi mancano gli attaccanti! Barella? Stasera…”

Articolo di
1 marzo 2019, 23:36
Spalletti Conferenza Stampa

Luciano Spalletti ha parlato in conferenza stampa al termine di Cagliari-Inter, partita vinta 2-1 dai rossoblù: il tecnico nerazzurro sottolinea i demeriti della sua squadra e la prova veemente degli uomini di Rolando Maran. Poi, stuzzicato sulla decisione di schierare Andrea Ranocchia in attacco, risponde per le rime. Di seguito le sue dichiarazioni

FILM GIÀ VISTO Luciano Spalletti parla così in conferenza stampa al termine di CagliariInter: «Me lo spiego male, come mi spiego male altri momenti che abbiamo passato così. Non è il primo e probabilmente non sarà nemmeno l’ultimo perché fa un po’ parte del nostro carattere, di quello che è il livello di personalità, il livello di forza che in alcuni momenti non riusciamo a prenderlo tutto e portarlo dentro le partite nella sua totalità di quello che disponiamo. Per cui è questo, è un po’ più il dispiacere per questo risultato qui perché poi nel secondo tempo abbiamo reagito, abbiamo creato però nel primo tempo siamo rimasti in alcuni momenti freddi a quello che era il momento della partita. In altri momenti siamo stati un po’ timidi perché si aspettava sempre che intervenisse il compagno di squadra ma nel secondo tempo è stata un’altra partita. Gli altri sono stati bravi a lavorare sulle nostre difficoltà».

AVVERSARIO VEEMENTE – «Lautaro Martinez? La manovra di uno scambio di un inserimento in bandierina sulla destra dove lui ha anticipato l’avversario, non vedo casualità. Nel secondo temo abbiamo avuto 3/4 occasioni da gol ma non ci siamo riusciti. E’ una cosa normale, era successo che in qualche partita non eravamo stati bravi a evidenziare tutte le nostre caratteristiche, anche non riuscendo a segnare e a fare un’occasione. Per cui stasera noi si è cominciati in maniera timida, cosa che non dovevamo fare. Invece di andare a pulire il gioco della partita, perché poi ci si aspettava un Cagliari veemente, noi siamo andati a subire questa veemenza e quando si è riconquistata non si è stati bravi a portarla sul palleggio. Poi per il resto, è successo quello che è successo sempre».

SU RANOCCHIA E BARELLA – «Ranocchia in attacco una roba da provinciali? Dipende dalla situazione, lei meriterebbe un’altra risposta (rivolgendosi al giornalista, ndr) ma voglio essere corretto. Nel senso che dipende da quello che sta succedendo in quel momento lì, il momento che sta attraversando la squadra. Noi si ha due attaccanti infortunati, la partita vede in vantaggio il Cagliari perché si è giocato 86′ cercando di andare con le trame quindi ci voleva uno con forza nella palla inattiva e siccome hai speso quasi tutta la partita per fare questo, non la vedo così. Bisogna fare qualcosa di differente se ti mancano gli attaccanti, prima ci avevo messo Politano ma non è andata bene. Però è chiaro che si dirà che questa cosa qui non è da Inter, fa parte di quelli che vogliono mettere del suo in quello che è successo. Da un punto di vista mio è facile anche non farlo, però quello che si è visto è una cosa normale. Ma ognuno gli dà il taglio che vuole. Barella? E’ un buon calciatore, ha da finire quella che è la sua crescita, probabilmente non lo so perché gli auguro di fare sempre meglio. Stasera ho dovuto guardare molto i miei, per cui l’ho perso un pochino di vista».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE