Godin: “Inter spettacolare, ci sostiene in tutto! Sulla difesa a 3 di Conte…”

Articolo di
2 Maggio 2020, 18:50
Diego Godin Slavia Praga-Inter
Condividi questo articolo

Godin è stato ospite di una diretta Instagram sull’account della Nazionale dell’Uruguay (vedi articolo). Il difensore dell’Inter ha raccontato il suo ambientamento in Serie A e il passaggio alla difesa a tre di Conte. Poi un ringraziamento alla società interista

SERIE A E CONTE – Così Diego Godin sul campionato italiano: «Ho trovato un calcio fisico e tattico. A differenza dell’Atletico Madrid, qua guardiamo video di tattica offensiva e difensiva molto più che in Spagna. E con il Cholo (Diego Simeone, ndr) lavoravamo molto sulla tattica! Però qua tutti i giorni si lavora tantissimo sulla tattica. A livello personale è stato un cambio di sistema di gioco. Non è una linea a tre come quella dell’Uruguay o quella provata una volta da Simeone. La linea a tre con Antonio Conte è molto aggressiva, dove si difende a campo aperto perché lui vuole il pressing alto in fase di possesso. Sto facendo la carriera di un laterale destro, i miei dati fisici sono passati da correre nove chilometri a undici e mezzo o dodici, è un cambio grande dopo vent’anni a quattro. Un cambio a livello fisico e tattico. Conte cambia a seconda dell’avversario, in base al tipo di partita offensiva o difensiva. L’attaccante più difficile da marcare in Serie A? Contro il Parma preparammo la partita per il loro contropiede veloce, ma Gervinho è rapidissimo con cambi di ritmo e nel primo tempo ci ha complicato tutto. Anche Dejan Kulusevski, che è stato preso dalla Juventus, ci ha messo in difficoltà. Ha buona gamba e uno contro uno. L’ultimo che ho affrontato è Zlatan Ibrahimovic, mi ha sorpreso a livello fisico. Lo avevo affrontato nella Liga ma si mantiene bene. Ha lottato contro Milan Skriniar e Stefan de Vrij, forti fisicamente».

CAMPIONATO – Godin sull’eventuale finale di stagione: «Ovviamente la Juventus sta bene, è prima. La Lazio è seconda, gioca da tanti anni con lo stesso gruppo unito e sta facendo un anno spettacolare dopo aver vinto la Coppa Italia. Noi siamo terzi con una partita in meno contro la Sampdoria, da qui alla fine saranno tutte finali. Sappiamo che puoi sbagliare poco con un rivale come la Juventus, se sbagliamo da qua alla fine sarà difficile che loro perdano il vantaggio. Vincono la maggior parte delle partite. I biancocelesti venivano da non so quante partite vinte con giocatori a un livello impressionante, vedremo come torneranno ma di sicuro lotterà fino alla fine».

INTER E CORONAVIRUS – A Godin viene poi chiesto come si stia vivendo la situazione dovuta all’emergenza Coronavirus all’interno della società nerazzurra: «Questa settimana abbiamo parlato con il corpo tecnico, i medici e parte della dirigenza. La verità è che l’Inter si è comportata in maniera spettacolare con noi, ci ha appoggiato in tutte le decisioni prese come gruppo. Si è messa dalla parte del lavoratore, non solo del calciatore perché in un club c’è moltissima gente che lavora. Ha sempre dato la priorità alla salute e ai protocolli indicati dal governo in protezione dell’essere umano più che del calciatore. Sappiamo che il calcio è un veicolo per portare alla gente a casa un po’ di allegria, però in questo momento ci sono altre cose più importanti. L’Inter sta lottando perché si facciano le cose con il giusto tempo. Abbiamo ringraziato i dirigenti perché si sono comportati bene».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE