Nazionali

Euro 2021, dove possono arrivare gli azzurri di Roberto Mancini

Alzi la mano chi, fino a qualche settimana va, era convinto che gli azzurri potessero disputare un simile percorso, almeno fino ad ora ovviamente, in una competizione difficile come l’Europeo. Probabilmente, anche i più fervidi appassionati di scommesse calcio hanno avuto qualche sussulto nel vedere giocare l’Italia così bene, schiantando letteralmente gli avversari uno dopo l’altro.

Eppure, c’è stato qualcuno che aveva azzeccato il pronostico: stiamo parlando di Fulvio Collovati e Antonio Cabrini che, nel corso di un’interessante e divertente intervista che è stata rilasciata al blog sportivo L’insider, hanno messo l’Italia tra le candidate per arrivare alle semifinali. E, in effetti, visto il cammino dei ragazzi guidati in panchina da mister Mancini, il pronostico per il momento è decisamente in linea con la realtà dei fatti.

I quarti di finale: gli azzurri dalla parte più dura del tabellone?

La domanda se la stanno facendo un po’ tutti i tifosi italiani: il percorso dell’Italia andrà avanti o meno? Purtroppo, non avendo una sfera di cristallo, è impossibile sapere come finirà, ma è abbastanza facile intuire come la parte più dura del tabellone è sicuramente quella in cui sono capitati gli azzurri.

Ai quarti di finale c’è l’ostacolo del Belgio, con la spauracchio Lukaku, nel caso in cui non dovessero essere presenti De Bruyne e Hazard, che potrebbe mettere i bastoni tra le ruote alla banda di Roberto Mancini. D’altro canto, se poi le cose si dovessero mettere per il verso giusto, ecco che gli azzurri si troverebbero in semifinale contro un’altra big del calcio europeo e mondiale, la Spagna. Anzi, è bene usare il condizionale, soprattutto per via del fatto che con la Svizzera è meglio non scherzare e non dare nulla per certo, anche vedendo che fine ha fatto la Francia.

Certo, da una parte bisogna mettere in evidenza come il Belgio non abbia entusiasmato, a differenza dell’Italia che nel suo girone ha giocato molto bene e ha dominato tutte e tre le partite. Agli ottavi di finale, però, il Belgio ha dimostrato di essere perfettamente in grado di estromettere dal suo cammino anche delle squadre molto forti. La vittima sacrificale, in quel caso, è stata il Portogallo di Cristiano Ronaldo, che si è dovuta arrendere di fronte alla squadra guidata dal centravanti dell’Inter.

Le big che sono finite fuori dall’Europeo

Probabilmente questo Europeo se lo ricorderanno per tanto tempo. Stiamo parlando della Francia, la grande favorita alla vigilia, che si è arrivata a questo appuntamento con tutti i favori del pronostico dalla sua parte e con la spinta emotiva di scendere in campo fregiandosi del titolo di campione del mondo. Eppure, probabilmente questo ruolo da favorita non ha proprio aiutato il gruppo guidato in panchina da Didier Deschamps, che non ha avuto quello spirito di squadra che in queste competizioni fa la differenza e porta a grandi vittorie.

L’impresa della Svizzera è sotto gli occhi di tutti: sotto di due gol a una manciata di minuti dalla fine, la rimonta e poi la vittoria ai rigori resteranno per sempre nella storia della nazionale elvetica. Ai quarti di finale sfiderà la Spagna, che sta ritrovando smalto e forma strada facendo.

Un’altra grande esclusa di questi Europei, o meglio degli ottavi di finale, è sicuramente la Germania: chi l’avrebbe mai detto che i tedeschi avrebbero dovuto abbandonare il torneo continentale così in fretta. Un po’ di sfortuna, anche nel fatto di trovarsi di fronte l’Inghilterra dopo un girone particolarmente complicato con Francia, Ungheria e Portogallo, ma in generale le prestazioni sono state insufficienti e non all’altezza di una Nazionale di quel blasone.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button