Mondo Inter

Tacconi: “Coronavirus? Per me è un’influenza! Giocare? Sì, con il pubblico”

Il Coronavirus ha praticamente bloccato il Pianeta e costretto tantissime persone a stare chiuse in casa. Dopo l’esagerato numero di morti registrati nel mondo, l’ex portiere della Juventus, Stefano Tacconi, sminuisce la potenza del virus e afferma che bisognerebbe riaprire gli stadi ai tifosi. Di seguito le sue parole ai microfoni di “Radio Sportiva”

PAROLE STONATE – Il Coronavirus ha purtroppo causato numerosi morti in Italia e nel mondo. Stefano Tacconi, ex portiere della Juventus, si è lasciato andare a dichiarazioni alquanto discutibili e fuori luogo: «Il virus? Per me è un’influenza. Quando in una conferenza mi diranno che ci sono stati mille morti, mi dicano quali di Coronavirus, non si può fare di tutta l’erba un fascio. Io sarei per riprendere a giocare, anche con il pubblico. Ma questo virus andrà via prima o poi? L’influenza dura 2-3 settimane, tenere chiusi un popolo 3 mesi per me è esagerato».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh