Mondo Inter

Pellizzari: “Inter non ha buon senso, a Icardi piacciono solo onori! Suning…”

Tommaso Pellizzari – ospite negli studi di “Sky Sport 24” – fa il punto sull’intricata situazione che coinvolge Mauro Icardi, la moglie/agente Wanda Nara e l’Inter: secondo il giornalista del “Corriere della Sera”, il club nerazzurro non è esente da colpe, soprattutto perché si dimostra ancora una volta distante a livello societario. Di seguito le sue dichiarazioni

PUNTO D’INCONTROTommaso Pellizzari sottolinea la necessità che tra Mauro Icardi e l’Inter si trovi un punto d’incontro, anche perché nessuno è esente da colpe: «Tra persone di buon senso il punto d’incontro ci può essere, a me sembra che all’Inter manchi proprio il buon senso. A mio avviso in questa vicenda hanno sbagliato tutti, Icardi e Wanda Nara un po’ di più ma anche il modo in cui l’Inter ha deciso dal nulla di togliere la fascia pubblicamente, dopo anni in cui Icardi è stato un buon capitano per alcuni versi e meno per altri, in un modo oggettivamente forte e anche umiliante per lui, sicuramente è una cosa che non ha precedenti.

CAPITANO INDIFFERENTE – Il giornalista prosegue parlando dell’indifferenza dell’argentino nei confronti della squadra nerazzurra: «Qui qualcuno ha voluto far capire che era finita una stagione. Dall’altra parte invece c’è uno che non ha alcun atteggiamento da capitano. Faccio un esempio: Icardi scrive qualsiasi cosa sui social, quando però l’Inter subisce un torto clamoroso come quello di Firenze, Icardi non scrive nemmeno una riga, e lo trovo incredibile perché dà l’idea di come interpreta il ruolo di capitano. A lui di essere capitano piacciono gli onori e non gli oneri, a mio avviso».

SOCIETÀ DISTANTE – Chiusura sulla “distanza” ancora una volta dimostrata da Suning: «Mi chiedo cosa aspetti Steven Zhang a intervenire. Questo è segno di una società, che pur nelle sue diverse componenti, è troppo distante dalle vicende dell’Inter. È anche vero che quando è stato reso noto il provvedimento, l’Inter ha sottolineato che è stato condiviso da tutti, quindi Zhang potrebbe sempre dire di aver già parlato, ma qui si rimarca la distanza tra Massimo Moratti e Suning. Moratti sarebbe intervenuto in modo paternalistico, qui invece si è agito in modo più manageriale, perché al dipendente si ricorda che ci sono comportamenti da rispettare. Dopodiché se lui parlasse sarebbe un bene per l’Inter e per lui, perché farebbe vedere di essere presidente. Al momento non lo stiamo vedendo questo presidente».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh