Mondo Inter

Paratici abdica? Juventus a -10 dall’Inter e furiosa: «Ora non fare più errori»

Paratici, Managing Director Football Area della Juventus, ha parlato a Sky Sport dopo Juventus-Benevento 0-1 (vedi articolo). Il massimo dirigente bianconero se la prende per la sconfitta dei suoi, che conferma il -10 dall’Inter.

ABDICANO? – La Juventus non manda Andrea Pirlo ai microfoni, ma Fabio Paratici. E le parole del dirigente bianconero sanno molto di resa verso l’Inter, che rimane a +10: «Non è stata una partita imprevista. La mia presenza qui è solo per sottolineare il fatto che abbiamo dato in questi anni tante gioie ai tifosi. Purtroppo oggi abbiamo una grande amarezza: abbiamo giocato una brutta gara, però d’altronde il campionato va avanti. Dobbiamo mettere giù la testa, pedalare, capire quali sono i nostri errori e non farli più. Pressione? Abbiamo giocatori di livello, devono sopportare la pressione. Abbiamo giocato una brutta gara per tanti motivi, a volte non riesci a capirli tutti. Dobbiamo solo abbassare la testa e lavorare, perché oggi abbiamo fatto una brutta gara».

NIENTE RIGORE – In Juventus-Benevento c’è stato un rigore chiesto da Federico Chiesa, dopo uno scivolone di Daam Foulon. Stavolta Paratici non si espone: «Non voglio commentarlo. Non ci interessa commentarlo, non sono qui per commentare gli episodi. Le gare vanno analizzate escludendo gli episodi, perché altrimenti condizionano la valutazione. Detto ciò non l’ho neanche rivisto, mi sembrava fallo ma non sono qui per questo».

DISTACCO CONFERMATO – Paratici è dell’idea che la Juventus non cambi: «Non abbiamo effettuato una prova alla nostra altezza, di questo ce ne rammarichiamo. Abbiamo una programmazione, non è una partita che sposta le nostre idee. Abbiamo intrapreso una linea all’inizio dello scorso anno: andiamo avanti per la nostra strada. Anche per l’allenatore? Certamente. Ho parlato appunto di linea e questa continua. Siamo molto contenti di quello che abbiamo fatto, continueremo per la nostra strada cercando di abbassare la testa e pedalare».

STAGIONE DA FINIRE – Paratici ritiene ci sia ancora qualcosa da fare, nonostante il -10 dall’Inter: «La parola transizione io credo che alla Juventus non esista. Nel senso: la Juventus gioca tutte le competizioni per vincere, sempre. E tutte le partite per vincere. A volte le stagioni vanno meglio, altre un po’ meno bene ma la transizione non esiste. Le annate sono importanti, perché c’è una crescita dentro l’anno che porta a migliorare nelle stagioni successive. Ci sono tantissime squadre che hanno avuto sei o dieci anni di transizione, ma non sono riuscite nemmeno a costruire. Questa è una parola che non mi piace e non sposo».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.