Mondo Inter

Borghi: “Inter? Immatura e prudente. Eriksen? Tutte stupidaggini!”

La sconfitta dell’Inter in casa della Lazio è dovuta soprattutto a sprazzi di immaturità e prudenza da parte dei nerazzurri. Ne parla Stefano Borghi attraverso il suo canale YouTube, tacciando anche tutte le velate critiche a Christian Eriksen.

SIAMO ALL’INIZIO – L’Inter rimontata e sconfitta dalla Lazio non ha mantenuto lo stesso atteggiamento per tutti i 90 minuti. Questa l’analisi tracciata da Stefano Borghi, che non mette in dubbio le prospettive future della rosa di Antonio Conte. Ecco le sue parole: «Una delle problematiche principali che l’Inter deve affrontare oggi è quella dell’immaturità. È una cosa che può essere fisiologica, visto che parliamo del primo anno di un progetto vincente. Questa squadra deve aumentare il grado di qualità del proprio gioco».

YOUNG TRENO – La rete del vantaggio dell’Inter è di Ashley Young, al primo gol in nerazzurro (vedi focus). Proprio l’inglese si conferma come un rinforzo di estrema qualità, arrivato nel mese di gennaio. Il giudizio di Borghi: «Un giocatore ha aumentato sensibilmente la qualità in un settore del campo, sta risultando apprezzabile e decisivo. Sto parlando di Young, che rispetto a Biraghi è di un livello qualitativo superiore. Sta dimostrando di essere fisicamente pronto, e di avere un piede per fare cose estremamente impattanti».

ERIKSEN, NESSUN DRAMMA – Borghi mette poi a tacere ogni possibilità critica a Christian Eriksen, vero colpo del mercato invernale dell’Inter. Il suo futuro all’Inter è indubbio: «Come da tradizione nel nostro Paese, Eriksen tre settimane fa era il giocatore più forte del mondo, arrivato per lanciare la squadra verso una serie interminabile di vittorie. Oggi invece è un acquisto sbagliato, inadatto, e tutte le  stupidaggini che si sentono dire in questi casi. Io rimango convintissimo che Eriksen sia una risorsa enorme per l’evoluzione di questa squadra, per quello che ha in mente di fare Conte e le prospettive generali dell’Inter».

TROPPA PRUDENZA – Borghi torna poi sull’atteggiamento mostrato dall’Inter in casa della Lazio. Nonostante alcune buone transizioni, i nerazzurri sembrano giocare col freno a mano, su tutti Lautaro Martinez. Le parole del giornalista: «L’appunto che si può fare all’Inter è il fatto di aver avuto un atteggiamento forse un filo prudente. è stato criticato Lautaro Martinez per la partita che ha fatto a Roma. Effettivamente non è stato il solito Lautaro Martinez: una sola mini fiammata.. Però nella grande battaglia tra Simone Inzaghi e Conte sono state molto sacrificate le seconde punte».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button