Biasin: “Serie A, Inter e Juventus considerano di limitare i danni”

Articolo di
24 Marzo 2020, 07:23
Fabrizio Biasin
Condividi questo articolo

La Serie A oggi avrà una nuova Assemblea di Lega (vedi articolo). Biasin, nel suo editoriale per il sito “TuttoMercatoWeb”, divide le varie squadre in più fronti e mette Inter e Juventus dallo stesso, con la possibile conclusione anticipata del campionato.

BIVIO SERIE A – Oggi è in programma l’assemblea di Lega. Non sarà un ritrovo amichevole. Sul piatto c’è la questione: cosa facciamo? Nel senso, aspettiamo e tiriamo in là il più possibile per vedere di salvare il salvabile o ci rendiamo conto che forse è il caso di chiudere tutto in anticipo? No, non è semplice. Alcune società non hanno fatto mistero di voler tornare a ballare la rumba prima possibile. Due su tutte: Lazio e Napoli. Entrambe nei giorni scorsi hanno programmato la ripartenza degli allenamenti e, entrambe, si sono dovute arrendere di fronte a un dato scientifico che riassumiamo con un giro di parole: sarebbe stata una cazzata. Decisamente contraria l’opinione del patron del Brescia, Massimo Cellino (vedi articolo). Alcuni diranno: ‘Lo ha fatto perché il Brescia ha un piede in Serie B, dai…’ Maligni”.

INDECISI – “In mezzo tutti gli altri. C’è chi pensa se il campionato non termina rischiamo danni da settecento milioni di euro tra contratti non rispettati, diritti TV eccetera. I medici sportivi dicono: «I professionisti devono attendere almeno il 3 aprile per ricominciare gli allenamenti, mentre ai ragazzi dei settori giovanili è sconsigliata la ripresa dell’attività almeno fino al 30 giugno» (che è come dire: tutti dovrebbero fermarsi fino al 30 giugno, ma se proprio si deve giocare per questioni di grano, almeno, aspettate che il peggio sia passato)”.

CONTRARI – “Infine ci sono i più attenti e, forse, lungimiranti. Pare che in casa Juventus, Inter e Roma si stia prendendo in considerazione l’ipotesi di archiviare questo campionato anzitempo per limitare i danni, dove per limitare i danni si intende evitare di intaccare il regolare svolgimento della prossima stagione (un tappo è già stato messo: l’inizio dell’Europeo a giugno 2021) e ragionare su un risparmio di qualche tipo, per esempio quello relativo agli stipendi dei giocatori. Chiaro, le parti (Lega Serie A e AIC) dovrebbero trovare un’intesa, ma un incontro sarà necessario a prescindere e, va detto, sarà tutt’altro che semplice”.

Fonte: TuttoMercatoWeb.com – Fabrizio Biasin


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE