Mondo Inter

Berti: «Inter, solo l’Atalanta può infastidire per lo scudetto! Meriti Conte»

Nicola Berti, ospite di “Tiki Taka” su Italia 1, è contento per il rendimento dell’Inter. L’ex centrocampista nerazzurro vede in Conte e Lukaku, ma non solo, i principali artefici del primato in Serie A. E, per vincere il campionato, più che Juventus e Milan vede l’Atalanta come principale rivale.

BEL MOMENTONicola Berti dà ad Antonio Conte le responsabilità del primato dell’Inter: «Assolutamente sì. Nelle ultime partite ha rilanciato giocatori come Christian Eriksen e Ivan Perisic: questo è merito dell’allenatore. A fine anno, quando li davamo già finiti: uno lo davamo di nuovo in Inghilterra, l’altro in panchina finito. È stato capace di rilanciare questi due giocatori, adesso è da tre domeniche che non sbaglia una partita. Conte aveva contro una parte di tifosi: chiaramente, venendo dalla Juventus e dicendo di essere sempre stato tifoso, ha dato fastidio. Ma le persone velocemente cambiano idea: basta arrivino i risultati, adesso sta convincendo tutti. Scudetto? L’unica squadra che veramente può infastidire ancora l’Inter, a parte il Milan, è l’Atalanta. Lunedì prossimo c’è Inter-Atalanta, che può essere una partita decisiva per il campionato: è la squadra più in forma in assoluto in Italia, l’ha dimostrato. L’Inter ha una difesa fortissima, poi Lautaro Martinez sta facendo una stagione straordinaria. Lukaku ha un giocatore accanto che si chiama Lautaro Martinez, una spalla fortissima: la Juventus non ce l’ha».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.